Piazza Affari migliore in Europa con bancari e record DiaSorin. Spread in calo. FTSE MIB +1,34%

di , pubblicato il

Piazza Affari migliore in Europa con bancari e record DiaSorin. Spread in calo. FTSE MIB +1,34%.

Mercati azionari europei incerti. Wall Street negativa: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,4%, NASDAQ Composite -0,3%, Dow Jones Industrial -0,6%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +1,34%, il FTSE Italia All-Share a +1,27%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,78%, il FTSE Italia STAR a +1,22%.

BTP e spread in miglioramento. Il rendimento del decennale segna 1,65% (chiusura precedente a 1,70%), lo spread sul Bund 213 bp (da 217) (dati MTS).

Dai verbali BCE, relativi alla riunione di politica monetaria di fine aprile, si evince che l’Eurotower è pronta a un incremento degli acquisti di titoli governativi nell’ambito del nuovo programma PEPP già nella riunione di giugno se si renderà conto che lo stimolo non sarà ancora sufficiente. I membri dell’istituto centrale hanno infatti espresso perplessità sugli scenari economici che potrebbero sembrare già obsoleti. Nello specifico, lo scenario più mite è sembrato troppo ottimistico.

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo nel Regno Unito: vendite al dettaglio aprile -18,1% m/m da -5,1% (atteso -16%).

Non si ferma la corsa di DiaSorin +6,23%: oggi tocca per la terza seduta consecutiva un nuovo massimo storico a 204,60 euro, oltrepassando quello fatto segnare ieri a 194,90 (due giorni fa 191,60). Il colosso farmaceutico svizzero Roche -0,3% ha annunciato l’acquisizione dell’americana Stratos Genomics attiva nel sequenziamento del DNA per uso diagnostico, dando impulso al settore.

Bancari in accelerazione: l’indice FTSE Italia Banche segna +2,47%, l’EURO STOXX Banks +1,5%. A Milano brilla UniCredit +4,34%, seguita da FinecoBank +2,72%, UBI Banca +2,48%.

Nexi +3,68% sui massimi da fine febbraio ancora sostenuta delle indiscrezioni sulla ripresa delle trattative per l’integrazione con SIA e dai dati sulla crescita delle transazioni elettroniche durante il lockdown di Mastercard e dell’indagine del Sole 24 Ore basata sui dati di Sumup (azienda leader in Europa nel settore del point-of-sale mobile, mPOS).

Bene gli assicurativi con Unipol +2,29% e Generali +2,35% che reagisce dopo il -2,98% accusato ieri in scia ai dati del primo trimestre 2020 caratterizzati da risultati positivi a livello operativo ma con un forte calo dei profitti.

Settore automotive in buona forma con FCA +1,05%, Piaggio +4,50%, Brembo +1,23%, Ferrari +1,52%. L’indice EURO STOXX Automobiles & Parts segna +0,6%.

Buzzi Unicem +0,89% e soprattutto Webuild +3,45% guadagnano terreno dopo le dichiarazioni del premier Conte. Quest’ultimo prevede di varare entro un paio di settimane un “decreto semplificazioni” contenente misure per sbloccare i cantieri. Tre giorni fa Pietro Salini, a.d. di Webuild (la nuova denominazione sociale di Salini Impregilo da venerdì scorso) in un’intervista al Sole 24 Ore ha spronato il governo a mettere in campo un piano da oltre 100 miliardi di euro di investimenti in infrastrutture per rilanciare il Paese.

Settore lusso negativo a causa del riaccendersi delle tensioni a Hong Kong. A Milano Salvatore Ferragamo -2,50%, Moncler -2,07%, Brunello Cucinelli -2,12%, Tod’s -0,85%. Gli attivisti stanno incitando la popolazione a scendere in piazza per protestare contro i propositi cinesi di introdurre anche nella città le leggi nazionali di sicurezza: a loro avviso si tratta di un sistema per ridurre le libertà. I titoli del settore lusso furono particolarmente colpiti dalle vendite durante le proteste dell’anno scorso: Hong Kong è uno dei principali mercati mondiali per i gruppi del comparto.

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , , , , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.