Piazza Affari incerta in avvio. FTSE MIB -0,0%

di , pubblicato il

Piazza Affari incerta in avvio. FTSE MIB -0,0%.

Il FTSE MIB segna -0,0%, il FTSE Italia All-Share -0,1%, il FTSE Italia Mid Cap -0,2%, il FTSE Italia STAR -0,-%.

Mercati azionari europei in verde: EURO STOXX 50 +0,2%, FTSE 100 +0,1%, DAX +0,0%, CAC 40 +0,4%, IBEX 35 +0,3%.

Future sugli indici azionari americani positivi stamattina: S&P 500 +0,6%; NASDAQ 100 +0,9%; Dow Jones Industrial +0,5%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,89%; NASDAQ Composite -1,12%; Dow Jones Industrial -0,63%.

Mercato azionario giapponese sopra la parità: l’indice Nikkei 225 ha terminato a +0,10%. Borse cinesi in forte rialzo: l’indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +1,90%, l’indice Hang Seng di Hong Kong a +4,11%.

L’euro accelera e tocca i massimi da inizio luglio contro dollaro. EUR/USD al momento quota 1,0410 circa.

BTP stabile, bene lo spread. Il rendimento del decennale segna 4,15% (chiusura precedente a 4,15%), lo spread sul Bund 201 bp (204) (dati MTS).

Buone notizie per Saipem +2,8%: stamattina prima dell’apertura del mercato il gruppo ha reso noto di essersi aggiudicato nuovi contratti di perforazione offshore, tre in Medio Oriente e due in Africa Occidentale, per un valore complessivo di circa 800 milioni di dollari (769 milioni di euro al cambio attuale), al netto dei costi di leasing delle navi utilizzate per i lavori.

Con questi contratti il totale delle aggiudicazioni nel segmento delle perforazioni offshore da inizio 2022 sale a “circa 1,6 miliardi di euro equivalenti”.

Nexi, -9,7% a 8,8060 euro, in forte ribasso dopo che Intesa Sanpaolo -0,3% ha ceduto tutte le azioni Nexi in suo possesso (67 milioni circa, il 5,1% del capitale sociale) a 8,70 euro l’una tramite una procedura di accelerated bookbuilding. Intesa ha incassato circa 584 milioni di euro.

Ieri Nexi aveva chiuso a 9,76 euro.

Performance positive per i bancari: l’indice FTSE Italia Banche +0,4%. BPER Banca +1,3%, Unicredit +0,7%. In evidenza Banco BPM +1,7% che ieri ha emesso un’obbligazione Green Senior Non Preferred, con scadenza cinque anni e due mesi con possibilità di rimborso anticipato a gennaio 2027, per un ammontare pari a 500 milioni di euro, con ordini pari a 1,2 miliardi di euro. Si tratta della quarta emissione nell’ambito del Green, Social and Sustainability Bond Framework.

BP Sondrio, +7,9% a 38760 euro, balza in avanti dopo che Jefferies ha migliorato la raccomandazione sul titolo da hold a buy, con prezzo obiettivo incrementato da 3,90 a 5,00 euro.

Lieve rialzo per Banca MPS +0,5%. Il Financial Times riferisce indiscrezioni secondo cui sono in corso trattative con AXA per la creazione di una joint venture bancassicurativa nei rami Vita e Danni.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 11:00 PIL e bilancia commerciale eurozona, indice ZEW (fiducia investitori) Germania.
Negli USA alle 14:30 indice prezzi alla produzione e indice Empire State Manufacturing, alle 22:30 variazione settimanale scorte petrolio (API).

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , ,