Piazza Affari in verde. Bene CNH, Tinexta negativa dopo collocamento. Scende lo spread. FTSE MIB +0,5%

di , pubblicato il

Piazza Affari in verde. Bene CNH, Tinexta negativa dopo collocamento. Scende lo spread. FTSE MIB +0,5%.

Il FTSE MIB segna +0,5%, il FTSE Italia All-Share +0,5%, il FTSE Italia Mid Cap +0,5%, il FTSE Italia STAR +0,4%.

BTP e spread in miglioramento. Il rendimento del decennale segna 0,57% (chiusura precedente a 0,60%), lo spread sul Bund 114 bp (da 116) (dati MTS).

Mercati azionari europei incerti: EURO STOXX 50 -0,1%, FTSE 100 -0,3%, DAX -0,0%, CAC 40 -0,1%, IBEX 35 +0,0%.

Future sugli indici azionari americani sulla parità: S&P 500 -0,1%, NASDAQ 100 +0,1%, Dow Jones Industrial -0,0%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,48%, NASDAQ Composite -0,21%, Dow Jones Industrial -0,56%.

Mercato azionario giapponese in flessione, il Nikkei 225 ha terminato a -1,10%. Borse cinesi complessivamente positive: l’indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -0,06%, l’Hang Seng di Hong Kong a +0,49%.

CNH Industrial +2,2% sale sui massimi da inizio febbraio in scia alla nomina di Scott W. Wine a CEO del gruppo con effetto dal 4 gennaio 2021. Wine è attualmente presidente e CEO di Polaris (-4,7% in after hours al NYSE), gruppo attivo nella produzione di veicoli fuoristrada e da neve, e andrà a sostituire Suzanne Heywood, Presidente e CEO pro tempore dal marzo scorso.

Segni positivi nel risparmio gestito con FinecoBank +2,2%, Azimut Holding +1,9% e Poste Italiane +1,9% a 8,9220 euro, su cui Intesa ha confermato la raccomandazione add e incrementato il target da 9,00 a 9,70 euro.

Intesa Sanpaolo +1,3% in verde: Goldman Sachs ha migliorato la raccomandazione sul titolo a buy.

Tinexta -7,7% a 18,50 euro in forte calo dopo che Quaestio Capital SGR (fino a ieri secondo azionista con il 9,9% circa, dati Consob) ha ceduto 3.884.242 azioni ordinarie a un prezzo di 18,50 euro per azione, incassando 71,9 milioni di euro complessivamente.

Avio +2,5% prova a reagire dopo il -16% accusato ieri in scia al fallimento della diciassettesima missione Vega che trasportava i satelliti SEOSAT-Ingenio e Taranis. Vega è il missile lanciatore prodotto da Avio e non è nuovo a problemi: nel luglio 2019 si era verificata un’anomalia con conseguente fallimento del lancio (il quindicesimo) che avrebbe dovuto mettere in orbita il satellite Falcon Eye 1 per conto degli Emirati Arabi Uniti.

Gli appuntamenti macroeconomici in programma oggi: alle 11:00 inflazione finale eurozona.
Negli USA alle 14:30 nuovi cantieri residenziali e licenze edilizie, alle 16:30 scorte settimanali petrolio (EIA).

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , ,