Piazza Affari in rialzo. Acquisti su FCA e banche. FTSE MIB +1,3%

di , pubblicato il

Piazza Affari in rialzo. Acquisti su FCA e banche. FTSE MIB +1,3%.

Il FTSE MIB segna +1,3%, il FTSE Italia All-Share +1,2%, il FTSE Italia Mid Cap +0,6%, il FTSE Italia STAR +1,0%.

BTP e spread in peggioramento. Il rendimento del decennale segna 0,59% (chiusura precedente a 0,55%), lo spread sul Bund 115 bp (da 114) (dati MTS).

Mercati azionari europei in progresso: EURO STOXX 50 +1,2%, FTSE 100 +0,6%, DAX +1,2%, CAC 40 +1,1%, IBEX 35 +1,4%.

Circa mezz’ora prima dell’apertura di Wall Street i future sui principali indici americani sono positivi: S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 +0,5%, Dow Jones Industrial -0,0%.

Acquisti su FCA +2,4% e sulla controllante Exor +4,0%. Ieri l’antitrust UE ha approvato la fusione con PSA (Peugeot +2,6% a Parigi) con alcune condizioni nel settore dei veicoli commerciali leggeri e nella manutenzione-riparazione di veicoli Toyota. Queste condizioni permetteranno al gruppo derivante dalla fusione di evitare la cessione di stabilimenti.

Bancari in recupero dopo il forte calo di di ieri: l’indice FTSE Italia Banche segna +1,1%. Banco BPM +2,4%, BPER Banca +1,8%, UniCredit +1,1%, Mediobanca +0,9%, Intesa Sanpaolo +1,0%. In verde anche Banca MPS +0,7% nonostante la decisione di Fitch di peggiorare il Rating Watch in essere sui rating di lungo termine di Rocca Salimbeni da Evolving a Negativo.

Nexi +2,1% guadagna terreno dopo una sentenza della Corte di giustizia dell’Unione europea su tutt’altra questione ma che indirettamente è a favore del piano cashback varato dal governo italiano, piano che prevede premi per chi utilizza pagamenti elettronici per fare acquisti nei negozi. Ricordiamo che il cashback nei giorni scorsi era stato criticato dalla BCE.

Poste Italiane +1,7% positiva dopo l’intervista dell’a.d. Matteo Del Fante a Repubblica. Il manager ha dichiarato che i conti del quarto trimestre verranno penalizzati dalle misure restrittive ma in misura minore rispetto ai precedenti.

Del Fante ha anche annunciato l’apertura in Cina di due strutture in joint venture con alcune società di logistica e-commerce per far transitare gli ordini degli italiani nel Paese. Altre novità nella logistica per la tracciatura dei vaccini e nelle polizze RC Auto: in vendita da gennaio presso gli sportelli postali prodotti di Generali e Unipol.

Atlantia +0,4% passa in territorio positivo dopo un avvio in rosso in scia alle indiscrezioni di Reuters secondo cui la perizia tecnica disposta dal Gip di Genova e depositata ieri evidenzia che il crollo del Ponte Morandi è stato determinato da una serie di fattori tra cui la carenza di controlli e manutenzione da parte del gestore, ovvero la controllata Autostrade per l’Italia. Riguardo a quest’ultima il Messaggero riferisce che la due diligence condotta da CDP (passaggio preliminare a un’offerta vincolante) ha evidenziato la necessità di ulteriori interventi in manutenzione e spese operative per 0,5 miliardi di euro.

Sesa +2,6% prolunga il rally e tocca a 104,80 euro il nuovo massimo storico. Ieri Intesa Sanpaolo ha confermato la raccomandazione buy sul titolo e incrementato il target da 100,70 a 125 euro. Giovedì scorso il cda ha esaminato e approvato i risultati del primo semestre dell’esercizio 2020-2021, periodo chiuso il 31 ottobre 2020. I ricavi si attestano a 889,3 milioni di euro (+15,5% a/a), l’EBITDA a 53,6 milioni (+33,8% a/a), l’utile netto consolidato adjusted di pertinenza del gruppo a 24,2 milioni (+38,9% a/a). La posizione finanziaria netta adjusted è attiva, ovvero siamo in presenza di liquidità netta per 60,3 milioni di euro da 12,5 milioni un anno fa. Il management ha “confermato l’outlook favorevole per l’intero esercizio al 30 aprile 2021, con un’aspettativa di crescita di ricavi e redditività operativa rispettivamente pari a circa il 15% ed il 30%”.

In rosso Technogym -3,0% dopo che Peloton (produttore di cyclette e tapis roulant) ha annunciato l’acquisizione di Precor, produttore di macchinari fitness per le palestre, per 420 milioni di dollari. Si profila quindi all’orizzonte un nuovo concorrente per il gruppo italiano.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: negli USA alle 16:00 vendite abitazioni esistenti e indice Richmond Fed (manifatturiero), alle 22:30 scorte petrolio settimanali (API).

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , , , , , ,