Piazza Affari in netto calo. BPER, Atlantia e petroliferi sotto pressione. FTSE MIB -1,7%

di , pubblicato il

Piazza Affari in netto calo. BPER, Atlantia e petroliferi sotto pressione. FTSE MIB -1,7%.

Il FTSE MIB segna -1,7%, il FTSE Italia All-Share -1,6%, il FTSE Italia Mid Cap -0,7%, il FTSE Italia STAR -1,0%.

BTP in peggioramento, spread stabile. Il rendimento del decennale segna 0,77% (chiusura precedente a 0,74%), lo spread sul Bund 136 bp (da 136) (dati MTS).

Mercati azionari europei negativi: EURO STOXX 50 -1,0%, FTSE 100 -1,4%, DAX -0,9%, CAC 40 -1,0%, IBEX 35 -1,5%.

Circa mezz’ora prima dell’apertura di Wall Street i future sui principali indici americani sono in parità: S&P 500 +0,0%, NASDAQ 100 +0,0%, Dow Jones Industrial -0,0%.

BPER Banca (asta di volatilità, teorico -6,15%) corregge dopo il balzo di ieri. MF scrive che Banco BPM -0,2% non sta trattando esclusivamente con Credit Agricole -0,6% per una aggregazione, ma si tiene aperte anche altre opzioni, ovvero quelle che vedono il coinvolgimento di UniCredit -2,5% o BPER.

Petroliferi in flessione: il greggio perde terreno dai massimi di ieri sera. I future dicembre segnano per il Brent 42,55 $/barile (da 43,30 circa), per il WTI 41,00 $/barile (da 41,90 circa). Eni -1,9%, Tenaris -2,5%, Saipem -4,2%.

Atlantia -2,9% in rosso. Il cda di ieri ha esaminato l’offerta di CDP-Blackstone-Macquarie sull’88% di Autostrade per l’Italia e “ha valutato i termini economici e le relative condizioni allo stato non ancora conformi e idonei ad assicurare l’adeguata valorizzazione di mercato della partecipazione”. Il board ha però deciso di “proseguire comunque le interlocuzioni con CDP e i co-investitori sino al 27 ottobre e di riconvocarsi per il prossimo 28 ottobre al fine di valutare un’eventuale nuova offerta vincolante”.

Telecom Italia -1,9% perde ulteriore terreno. Ieri l’AgCom ha pubblicato il terzo osservatorio sulle comunicazioni 2020.

Dai dati esposti emerge che l’ex monopolista a giugno ha perso quote di mercato in tutti i segmenti. Nella rete fissa la quota scende al 45,6% (-2,6% su giugno 2019), nel mobile al 28,8% (-2,8% su giugno 2019).

Unipol +1,3% in netto rialzo. Ieri la controllata UnipolSai +1,8% ha completato il collocamento presso investitori istituzionali italiani ed esteri di un’obbligazione perpetua (uno strumento di capitale regolamentare Restricted Tier 1) richiamabile a partire dal 27 ottobre 2030 (e successivamente a ciascuna data di pagamento degli interessi). L’obbligazione è stata emessa alla pari e ha una cedola fissa del 6,375% annuo, con prima reset date nel 2030, e ha un importo complessivo di 500 milioni di euro. La domanda ha superato il miliardo e mezzo di euro.

Juventus FC +4,1% brillante grazie alla vittoria per 2 a 0 sul campo della Dinamo Kiev nella prima gara della Champions League 2020-2021.

Attenzione ad Anima Holding +3,8% che accelera e tocca i massimi dal 18 settembre. Il titolo ha acceso l’interesse degli investitori sin da inizio settimana su indiscrezioni secondo cui l’eventuale aggregazione Banco BPM-Credit Agricole Italia potrebbe portare a un’estensione dell’accordo di distribuzione Anima-BPM o, nell’ipotesi più speculativa, a un’integrazione di Anima in Amundi, gigante dell’asset management controllato dalla banca francese.

Ottima performance per Mondo TV +6,6% in scia alla vendita a Clementoni (società italiana leader nella produzione e distribuzione di giochi educativi) di “una licenza per diversi territori tra cui Italia, Svizzera italiana, Francia, Turchia, Portogallo, Spagna, Polonia e Ungheria, per lo sfruttamento dei diritti di licensing e merchandising della serie TV MeteoHeroes per la produzione e commercio di alcune categorie di prodotti giocattolo. La licenza prevede lo sfruttamento del brand per due anni fino alla fine del 2022; l’accordo prevede il pagamento di un minimo garantito, in sé non particolarmente significativo, e di royalties da parte della licenziataria a favore di Mondo TV per le vendite eccedenti l’importo del minimo garantito”.

Gli appuntamenti macroeconomici in programma oggi: negli USA alle 16:30 scorte petrolio settimanali (EIA), alle 20:00 Beige Book.

(Simone Ferradini – www.

ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , , , , , , , ,