Piazza Affari in ascesa, bene Atlantia e i titoli esposti sul dollaro. FTSE MIB +1,2%

di , pubblicato il

Piazza Affari in ascesa, bene Atlantia e i titoli esposti sul dollaro. FTSE MIB +1,2%.

Il FTSE MIB segna +1,2%, il FTSE Italia All-Share +1,2%, il FTSE Italia Mid Cap +1,0%, il FTSE Italia STAR +1,1%.

BTP e spread in buona forma dopo l’ottima performance di ieri ma in leggero peggioramento dai livelli della mattinata. Il rendimento del decennale segna 0,87% (chiusura precedente a 0,89%), lo spread sul Bund 137 bp (da 140) (dati MTS).

Mercati azionari europei positivi: EURO STOXX 50 +1,3%, FTSE 100 +2,1%, DAX +1,2%, CAC 40 +1,4%, IBEX 35 +1,5%.

Circa mezz’ora prima dell’apertura di Wall Street i future sui principali indici americani sono in lieve rialzo: S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 -0,1%, Dow Jones Industrial +0,6%.

Atlantia +3,3% inverte nettamente la rotta dopo il rosso visto in avvio di seduta. Domani il cda dovrebbe fare il punto sul destino di AspI e convocare l’assemblea straordinaria per decidere scissione (o cessione diretta), e sulla vendita di una quota di Telepass. Secondo il Sole 24 Ore il governo pretende il rispetto dell’intesa raggiunta a luglio e si prepara ad alzare i toni. Resterebbe però ancora aperta la strada dell’aumento di capitale di AspI riservato a Cdp, con discesa di Atlantia sotto il 30% (dall’88% attuale) e vendita diretta della quota residua a investitori.

Ottime performance per i titoli dei gruppi esposti sugli USA, favoriti dalla ritrovata forza del dollaro: il biglietto verde è salito stamattina sui massimi dal 27 luglio contro euro. Ieri il presidente della Fed, Jerome Powell, ha ribadito che la banca centrale USA farà tutto il possibile per tutto il tempo necessario per sostenere l’economia. In bella evidenza FCA +2,6%, STM +2,0%, CNH Industrial +3,0%, Autogrill +3,8%.

Molto bene Snam +2,7% a 4,3420 euro grazie alla decisione di Goldman Sachs di migliorare la raccomandazione sul titolo da sell a buy, con target incrementato da 4,25 a 5,00 euro.

Gli analisti puntano l’attenzione l’attività e le prospettive del gruppo nell’idrogeno.

Nexi, +2,2% a 17,55 euro, guadagna ulteriore terreno dopo il +1,60% della seduta precedente e tocca a 17,80 il nuovo massimo storico. Ieri Kepler Cheuvreux aveva incrementato il target del titolo da 17 a 18 euro, confermando la raccomandazione buy.

Debole DiaSorin -1,5% nonostante l’annuncio dell’estensione dell’attuale joint venture con FuYuan al Governo del distretto di Baoshan (Shanghai), due entità governative cinesi, con l’obiettivo di investire per l’apertura del primo sito di produzione e ricerca del Gruppo in territorio cinese, a Shanghai.

Cattolica Assicurazioni -4,7% in forte ribasso all’indomani dell’approvazione da parte del cda degli accordi relativi alla partnership con Generali. MF ipotizza le tempistiche per l’aumento di capitale da 500 milioni in due tranche: la prima riservata a Generali da 300 milioni potrebbe avvenire a ottobre; la seconda da 200 milioni agli azionisti intorno a novembre.

OVS +12,3% balza sui massimi da fine luglio grazie ai dati del secondo trimestre 2020, periodo chiuso con vendite rettificate in calo del 18% a/a, EBITDA rettificato sostanzialmente stabile ma con margine sulle vendite in progresso al 13,2% (da 11,2%). La quota di mercato è salita dall’8,0%di un anno fa all’8,1%.

Gli appuntamenti macroeconomici in programma oggi: negli USA alle 15:45 indici Markit PMI, alle 16:00 intervento Powell, alle 16:30 scorte petrolio settimanali (EIA).

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , , , , ,