Piazza Affari accumula progressi. Ftse Mib +2,02%

di , pubblicato il

Piazza Affari rimbalza sulla scia delle altre borse europee. Il FTSE MIB ha chiuso a +2,02%, il FTSE Italia All-Share +2,04%, il FTSE Italia Mid Cap +1,30%, il FTSE Italia STAR +0,58%.

BTP stabile, spread in calo. Il rendimento del decennale segna 1,09% (chiusura precedente a 1,09%), lo spread sul Bund 155 bp (da 159) (dati MTS). Non frena l’ottimismo degli investitori la notizia che AstraZeneca ha interrotto lo studio su quello che uno dei vaccini contro il Covid-19 a causa di una malattia inspiegabile di uno dei pazienti.

Tra i titoli del Ftse Mib Inwiit fa segnare la performance migliore con un rialzo di 5,75 punti percentuali.In luce anche Diasorin (+5,5%), in prima linea nella sperimentazione e commercializzazione dei test anti-Covid.In ripresa il comparto bancario con Intesa Sanpaolo in crescita dell’1,6%, Unicredit in rialzo del 3,2%, Banco Bpm +0,79% mentre BPer guadagna l’1,3%.

Utility positive con A2A e Enel in crescita di oltre due punti percentuali mentre Hera guadagna l’1,5%. In difficoltà invece Leonardo che ha ceduto l’1,46% arretrando a 5,516 euro, nonostante le parole rassicuranti pronunciate nei giorni scorsi dall’ad del gruppo Alessandro Profumo. Profumo ha ribadito come il portafoglio ordini sia in linea con lo scorso anno e che nonostante le ovvie ripercussioni sul fatturato l’effetto covid-19 potrebbe essere superato abbastanza bene.

Seduta movimentata per Mediaset (+2%) che recupera dopo aver perso circa 6 punti percentuali nei primi scambi: l’apertura al dialogo con Vivendi per risolvere il braccio di ferro tra i due gruppi e l’interesse dimostrato dalla società ad investire nella rete unica nel progetto guidato da Tim e da Cdp hanno mitigato i pessimi risultati del primo semestre (con un rosso di 18,9 milioni).

In forte rialzo ASTM (+7,7%) dopo che Mercure Investimenti ha acquisito tramite procedure accelerata 2,26 milioni di azioni ASTM al prezzo di 21 euro, pari all’1,6% del capitale. Secondo gli analisti di Banca Akros, ASTM è sottovalutata: la banca ne conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 26 euro.

Rimbalza anche Stm (+7,0%) dopo la flessione di ieri. Tod’s ha perso il 3,67%, limitando le perdite che in mattinata avevano raggiunto anche i 10 punti percentuali. Il gruppo di abbigliamento e accessori di alta gamma ha annunciato ieri sera dopo la chiusura della Borsa i risultati del primo semestre 2020, fortemente impattati dalla pandemia di coronavirus. Nei primi sei mesi del 2020 i ricavi sono crollati del 43,5% a 256,9 milioni di euro con una perdita netta di 80,622 milioni, in forte aumento rispetto al rosso di 5,729 milioni del primo semestre 2019. Per gli analisti, i dati sono inferiori alle attese, in particolare per quanto riguarda la redditività. Preoccupa poi l’erosione della cassa. L’indebitamento finanziario netto (escluse le lease liabilities) è infatti cresciuto a fine giugno (rispetto ad un anno prima) di 92,4 milioni a 157,9 milioni.

Geox cede l’1,23%. Il gruppo ha comunicato che a fronte degli effetti derivanti dalla pandemia da COVID-19 è stato accelerato il percorso strategico volto alla definizione di un modello di business più snello e più rispondente allo scenario attuale e prospettico.Rimanendo nello stesso ambito industriale Tod’s arretra del 6% dopo la presentazione dei dati del primo semestre 2020 che hanno evidenziato perdite per 80,6 milioni ed un fatturato in calo del 43,5%.

Rai Way (+4,89%) in luce dopo che Equita ne ha alzato il rating a “buy” da “hold” con target price a 7,3 euro (da 6,8 euro).

(AC – www.ftaonline.com)

Argomenti: , , , , , ,