Petrolio, WTI in rialzo a 39,98 dollari

di , pubblicato il

Prezzi del petrolio ancora in recupero nei mercati internazionali nel pomeriggio. Il future sul Brent guadagna sull’Ice l’1,15% e si porta a 42,2 dollari al barile mentre il derivato sul WTI passa di mano a 39,98 dollari, con un vantaggio sul riferimento di 1,39 punti percentuali.

Secondo diversi osservatori, influisce sulle quotazioni il segnale positivo giunto dalla bilancia commerciale cinese stamane con la crescita delle importazioni di Beijing del 13,2% a/a a settembre: le attese erano per un +0,3% appena e la rilevazione precedente aveva mostrato un calo del 2,1 per cento.

Il cartello dei produttori Opec ha inoltre pubblicato da poco i propri sondaggi mensili sul mercato. Nel 2020 secondo l’Opec la domanda mondiale di petrolio dovrebbe calare di 9,5 milioni di barili al giorno a/a, relativamente invariata sulla stima precedente, e porsi dunque a 90,3 milioni di barili al giorno (la revisione al ribasso delle stime di crescita è di 0,06 mln b/d).
Le valutazioni sulle forniture non-Opec di oil (-2,4 milioni di barili al giorno a 62,8 mln b/d) sono state incrementate di 0,31 mln b/d, per lo più a seguito della ripresa della produzione Usa. A settembre la produzione di greggio Opec è diminuita di 0,05 mln b/d.

(GD – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno