Petrolio in forte calo, pesano l’Arabia Saudita e il dollaro

di , pubblicato il

Vendite sul petrolio nei mercati internazionali in questa seduta orfana dei mercati statunitensi per via della chiusura dovuta alla festività del Labor Day. Il future sul Brent cede l’1,29% a 42,11 dollari al barile. In calo anche il derivato sul WTI che passa di mano a 39,17 dollari al barile. Va segnalato senza dubbio il rialzo del dollaro con il Dollar Index a 92,98 dollari (+0,28%) che mette sotto pressione le quotazioni del greggio. C’è però un altro fattore altrettanto importante, ossia la decisione dell’Arabia Saudita di attuare il maggiore taglio dei prezzi del petrolio fornito all’Asia (e quindi alla Cina) da maggio a oggi. La decisione ha innervosito i mercati e destato perplessità sulla domanda cinese nonostante i segnali di ripresa giunti dai dati macroeconomici più recenti di Beijing.

(GD – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno