Per Airbus esuberi volontari potrebbero non essere abbastanza

di , pubblicato il

Per Airbus gli esuberi volontari potrebbero non essere abbastanza. Lo ha ammesso il chief executive Guillaume Faury, in una lettera ai dipendenti citata da Reuters. “Sfortunatamente la ripresa del traffico aereo durante il periodo estivo non è stata al livello su cui contava l’industria. Dobbiamo ora prepararci a una crisi che sarà probabilmente ancora più profonda e più lunga di quanto ipotizzato dai precedenti scenari”, ha scritto Faury. “È improbabile che le uscite volontarie siano sufficienti”, ha aggiunto. Il colosso dell’aerospaziale europeo aveva annunciato in luglio un piano di ristrutturazione che prevedeva quasi 15.000 esuberi. L’International Air Transport Association (Iata) settimana scorsa aveva comunicato il traffico in luglio era crollato dell’80% annuo, meglio rispetto al tracollo più netto del 94% registrato in aprile ma certo non abbastanza. Per la Iata regole di frontiera incoerenti ostacolano la ripresa, rendendo difficile per le compagnie aeree pianificare in anticipo. Airbus aveva chiuso in rally del 3,63% lunedì a Parigi, contro il rialzo dello 0,35% del Cac 40.

(RR – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno