Orsero: utile netto adjusted sale a 6,2 mln nel primo semestre

di , pubblicato il

Il Consiglio di Amministrazione di Orsero S.p.A. (“Orsero”), società quotata sul Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana (MTA), segmento Star, e holding dell’omonimo Gruppo tra i leader nell’Europa mediterranea per l’importazione e la distribuzione di prodotti ortofrutticoli freschi (il “Gruppo”) ha approvato i Dati Economico – Finanziari Consolidati al 30 giugno 2020 e confermato la guidance FY 2020.

I Ricavi Netti, pari a circa € 520,8 milioni, evidenziano un incremento dell’5,7% circa rispetto ai ricavi netti al 30 giugno 2019 pari a € 492,9 milioni. Il miglioramento è legato sia alla solida crescita della BU Import & Distribuzione spinta dall’andamento positivo delle società italiane e francesi, sia al positivo contributo della BU Shipping.

L’Adjusted EBITDA, pari a € 23,5 milioni evidenzia un incremento del 22% circa rispetto ai € 19,3 milioni dell’anno precedente (+31,3% escludendo l’effetto IFRS 16). L’Adjusted EBIT8 pari a € 10,9 milioni, riporta una considerevole crescita pari al 42,3% circa rispetto al 30 giugno 2019 pari a € 7,7milioni.

Il Risultato Netto Adjusted è pari ad un utile di € 6,2 milioni rispetto ad un utile di €1,1 milioni al 30 giugno 2019 evidenziando un incremento di € 5,1 milioni come conseguenza dell’aumento della marginalità del semestre.

La Posizione Finanziaria Netta è pari € 119,1 milioni rispetto a €126,9 milioni al 31 dicembre 2019.

***
Raffaella Orsero, CEO del Gruppo, ha commentato: “Siamo soddisfatti dei buoni risultati del primo semestre 2020 e siamo confidenti di raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissi nonostante il permanere di una situazione socioeconomica incerta a causa della pandemia da Covid19. Grazie all’impegno, alla dedizione e al duro lavoro di tutte le nostre persone l’operatività della nostra catena distributiva non si è mai bloccata e siamo sempre riusciti a soddisfare i picchi di domanda che si sono via via verificati.

La pandemia ha repentinamente modificato la domanda ma fortunatamente le richieste della grande distribuzione organizzata e la domanda dei piccoli dettaglianti hanno compensato la sensibile riduzione della domanda del settore della ristorazione. Grazie a questi risultati possiamo continuare a perseguire la crescita del business non solo organicamente ma anche valutando acquisizioni”.
Matteo Colombini, CFO e co-CEO, ha commentato: “Il primo semestre si chiude con risultati positivi e solidi, specie a fronte di un contesto operativo molto complesso e caratterizzato dalla pandemia. Il Gruppo sta cogliendo i frutti del lavoro svolto negli ultimi anni e degli importanti investimenti effettuati sia sul fronte della crescita organica che per linee esterne. Guardiamo al futuro con fiducia con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente il nostro modello di business”.

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE: GUIDANCE 2020
Il Gruppo, nonostante il contesto fortemente caratterizzato dal Covid-19, ha continuato la propria attività, adottando, rapidamente, tutti i comportamenti e le misure di sicurezza indicati dalle Autorità dei Paesi coinvolti. Con riferimento all’andamento del business per l’anno in corso, sono ad oggi confermati gli approvvigionamenti da parte dei fornitori e partner, così come le attività di logistica e trasporto merci che garantiscono la continuità del flusso delle merci. In considerazione della natura dell’attività del Gruppo legata alla filiera alimentare di prima necessità, la pandemia da Covid-19 non ha complessivamente avuto effetti particolarmente negativi sull’attività del Gruppo, quantomeno in termini di vendite e di risultati. A livello di gestione dei rischi, sono state intraprese tutte le necessarie azioni per limitare i costi e preservare la liquidità, continuando ad essere orientati alla crescita sostenibile del business; questo grazie al forte posizionamento competitivo e ad una struttura finanziaria solida. Il Gruppo conferma quindi il proprio impegno ad intraprendere tutte le azioni necessarie al fine di contenere gli effetti della pandemia da Covid-19 ed a fornire eventuali aggiornamenti in modo tempestivo. Alla luce di quanto sopra, la Società ritiene quindi di poter ulteriormente confermare le stime alla base della Guidance FY 2020 comunicate al mercato in data 11 febbraio 2020.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: