Orsero: utile netto adjusted balza a 13,3 mln nei primi nove mesi 2020

di , pubblicato il

Il Consiglio di Amministrazione di Orsero S.p.A. (“Orsero”), società quotata sul Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana (MTA), segmento Star, e holding dell’omonimo Gruppo tra i leader nell’Europa mediterranea per l’importazione e la distribuzione di prodotti ortofrutticoli freschi (il “Gruppo”) ha approvato i Dati Economico – Finanziari Consolidati al 30 settembre 2020 e confermato la guidance FY 2020.

I Ricavi Netti, pari a circa € 788,7 milioni, evidenziano un incremento dell’5,4% circa rispetto ai ricavi netti al 30 settembre 2019 pari a € 748,3 milioni. Il miglioramento è legato sia alla solida crescita della BU Import & Distribuzione spinta dall’andamento positivo delle società italiane, francesi e spagnole, sia al positivo contributo della BU Shipping. L’Adjusted EBITDA, pari a € 39,2 milioni evidenzia un considerevole incremento del 39% circa rispetto ai € 28,2 milioni dell’anno precedente con un Adjusted EBITDA Margin del 5% in aumento di 120 bps rispetto ai primi 9 mesi del 2019. L’Adjusted EBIT pari a € 20,1 milioni raddoppia rispetto ai € 9,6 milioni conseguiti al 30 settembre 2019. Il Risultato Netto Adjusted evidenzia un utile di € 13,3 milioni rispetto ad un utile di € 3,6 milioni al 30 settembre 2019, evidenziando un significativo incremento di € 9,7 milioni come conseguenza dell’aumento della marginalità del periodo.

DATI PATRIMONIALI CONSOLIDATI DI SINTESI AL 30 SETTEMBRE 2020
Il Patrimonio Netto Totale è pari a € 160,6 milioni con un incremento di circa € 9,7 milioni rispetto al Patrimonio Netto al 31 dicembre 2019 pari a € 150,9 milioni.
La Posizione Finanziaria Netta è pari € 114,7 milioni rispetto a €126,9 milioni al 31 dicembre 2019. Il miglioramento, pari ad un decremento di € 12,2 milioni, rappresenta l’effetto netto di alcune principali variazioni: (i) l’incremento dovuto al valore di acquisto di immobili strumentali al core business, effettuato ad inizio anno, per € 17,8 milioni, più che compensato dallo stralcio del relativo valore del diritto d’uso ex IFRS 16 per € 27,5 milioni; (ii) gli investimenti operativi del periodo per circa € 16,1 milioni (di cui € 2,1 milioni relativi a maggiori diritti d’uso IFRS 16) e (iii) la significativa generazione di cassa complessiva pari a circa € 18 milioni legata alla positiva contribuzione della gestione reddituale parzialmente bilanciata dall’incremento del CCN commerciale, dovuto principalmente alla significativa crescita dei ricavi.


***
Raffaella Orsero, CEO del Gruppo, ha commentato: “Abbiamo chiuso un ottimo trimestre e siamo fiduciosi nel raggiungimento di tutti gli obiettivi che ci siamo prefissati per il 2020. Nonostante le numerose sfide socioeconomiche provocate dalla pandemia, il settore ha dimostrato resilienza. Il nostro modello di business si è dimostrato solido ed ha saputo dare simultaneamente risposte al panic buying originato dalle severe misure restrittive poste in essere da parte delle autorità pubbliche, alla mutata domanda di prodotti da parte dei consumatori e alla richiesta di maggiori servizi da parte della grande distribuzione. La nostra priorità resta la sicurezza e la salute dei lavoratori per questo stiamo continuando a monitorare e gestire con grande attenzione l’evoluzione della pandemia.”
Matteo Colombini, CFO e co-CEO, ha commentato: “Siamo molto soddisfatti per aver conseguito una solida crescita a livello di fatturato e di marginalità, seppur a fronte di alcune aree di attività significativamente impattate dagli effetti della pandemia. Il risultato economico del Gruppo è solido anche da un punto di vista patrimoniale e finanziario, il che ci consente di progettare investimenti volti alla crescita dimensionale del Gruppo che punta ad una nuova fase M&A volta a portare valore aggiunto e nicchie di profittabilità ad alto potenziale di crescita”.

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE: GUIDANCE 2020
Il Gruppo, nonostante il contesto fortemente caratterizzato dal Covid-19, ha continuato la propria attività, adottando, prontamente, tutti i comportamenti e le misure di sicurezza indicati dalle Autorità dei Paesi coinvolti. Con riferimento all’andamento del business per l’anno in corso, sono ad oggi confermati gli approvvigionamenti da parte dei fornitori e partner, così come le attività di logistica e trasporto merci che garantiscono la continuità del flusso delle merci.

In considerazione della natura dell’attività del Gruppo legata alla filiera alimentare di prima necessità, la pandemia da Covid-19 non ha complessivamente avuto effetti particolarmente negativi sull’attività del Gruppo, almeno in termini di vendite e di risultati. A livello di gestione dei rischi, sono state intraprese tutte le necessarie azioni per limitare i costi e preservare la liquidità, continuando ad essere orientati alla crescita sostenibile del business; questo grazie al forte posizionamento competitivo e ad una struttura finanziaria solida. Il Gruppo conferma quindi il proprio impegno a proseguire e intraprendere tutte le azioni necessarie al fine di contenere gli effetti della pandemia da Covid-19 ed a fornire eventuali aggiornamenti in modo tempestivo. Alla luce di quanto sopra e dei risultati al 30 settembre 2020, la Società ritiene pertanto di poter ulteriormente confermare le stime alla base della Guidance FY 2020 comunicate al mercato in data 11 febbraio 2020, con l’aspettativa di raggiungere la parte alta dell’intervallo di valori comunicato.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: