Nexi – Nets: sottoscritto accordo vincolante per la fusione tra i due Gruppi

di , pubblicato il

A seguito dell’annuncio del 2 novembre 2020, Nexi, la PayTech leader in Italia, e Nets, tra le PayTech leader a livello europeo attiva in 20 paesi e controllata da un consorzio di fondi di private equity guidato da Hellman & Friedman (“H&F”), annunciano di aver sottoscritto un accordo quadro vincolante (“Accordo”) avente ad oggetto l’integrazione dei due gruppi attraverso una fusione che sarà interamente realizzata in azioni (la “Fusione”).

La Fusione, che si colloca nel contesto del rapido consolidamento in atto a livello internazionale ed europeo nel settore dei pagamenti digitali, segue l’annuncio di Nexi dello scorso mese, per la sottoscrizione di un Memorandum of Understanding riguardante la combinazione strategica di Nexi e SIA, che è indipendente dalla Fusione. Le due transazioni non sono collegate tra loro ma entrambe contribuiscono all’ambizione di creare un vero leader PayTech a livello europeo.

– Creazione della PayTech leader in Europa, grazie alla fusione con Nets che segue quella con SIA recentemente annunciata
– Nascita di una piattaforma con scala unica e presenza in oltre 25 paesi, tra cui i mercati europei più attraenti, in forte crescita e sotto-penetrati
– Portafoglio di prodotti e soluzioni completo, con particolari eccellenze nei segmenti dell’acquiring e dell’e-commerce, supportato da piattaforma tecnologica e competenze best-in-classin tutte le aree dei pagamenti digitali
– Significativa creazione di valore per gli azionisti di Nexi, con sinergie cash ricorrenti stimate in circa €170 milioni annui a regime, in aggiunta ai circa €150 milioni stimati per la fusione con SIA. Aumento del cash EPS atteso per gli azionisti di Nexi >25% nel 2022, assumendo il closing sia della fusione con Nets sia di quella con SIA
– Una realtà da circa €2,9 miliardi di ricavi e €1,5 miliardi di EBITDA su base aggregata pro-forma stimati al 31 dicembre 2020, incluse sinergie a regime
– Profilo superiore di profittabilità e generazione di cassa su larga scala, con resilienza del business ulteriormente rafforzata grazie alla diversificazione geografica, all’esposizione all’e-commerce e alla concentrazione della base clienti significativamente ridotta
– Fusione interamente realizzata in azioni sulla base di multipli EV / EBITDA 2020E equivalenti, per una valutazione implicita di Nets pari a circa €7,8 miliardi (Enterprise Value) e circa €6,0 miliardi (Equity Value).

Per realizzare l’operazione tra Nexi e Nets non sarà necessario ricorrere a nuovo indebitamento finanziario
– 406,6 milioni di nuove azioni di Nexi a favore degli azionisti di Nets, risultante in una quota di azionariato pro-forma del 39% in Nexi + Nets (o del 31% se si considera Nexi + Nets + SIA). Gli attuali azionisti di Nexi avranno una quota di azionariato pro-forma pari al 61% in Nexi + Nets (o del 48% se si considera Nexi + Nets + SIA)
– L’operazione è supportata dagli azionisti di riferimento di Nexi e Nets, che rimarranno investiti nel Nuovo Gruppo. Azionisti di Nets soggetti a meccanismo di lock-up

Il CEO di Nexi, Paolo Bertoluzzo, ha commentato: “Grazie all’operazione appena annunciata, che segue il recente accordo per la fusione con SIA, nasce la PayTech leader a livello europeo con scala e competenze uniche per servire al meglio tutti i clienti del nuovo Gruppo in Europa: dai cittadini agli esercenti, dalle banche partner alle aziende, dalla Pubblica Amministrazione alle istituzioni. Nexi avrà la possibilità di svilupparsi in un mercato quattro volte più grande di quello attuale e ancora sotto-penetrato e con tassi di crescita a doppia cifra. Il Nuovo Gruppo, con una presenza in oltre 25 paesi, potrà agire come motore del cambiamento digitale in Europa e contribuire in modo fondamentale alla transizione al cashless. Le persone di Nexi, insieme con i nostri azionisti di riferimento, sono al contempo fortemente motivate dalla visione del Nuovo Gruppo e fortemente impegnate nel perseguire questo nuovo importante passo in avanti nel nostro percorso di creazione di valore.

Siamo felici di unire le nostre forze con un team di grande talento come quello di Nets, che sta portando avanti in maniera efficace la trasformazione del proprio gruppo. La combinazione di professionisti altamente qualificati e motivati da una grande passione come quelli del Nuovo Gruppo ha tutto il potenziale necessario per guidare il processo d’innovazione nel settore dei pagamenti in Europa negli anni a venire.”

Il CEO di Nets, Bo Nilsson, ha commentato: “L’operazione rappresenta un importante traguardo nel percorso di Nets per diventare un campione dei pagamenti in Europa, dal nostro inizio come player locale in Danimarca e Norvegia alla nostra evoluzione come operatore interamente dedicato ai pagamenti a livello europeo. Grazie alla costante innovazione e al grande sforzo dei nostri colleghi, Nets ha cambiato il panorama dei pagamenti nei paesi del Nord Europa così come nel resto del continente, creando soluzioni sempre a più alto valore aggiunto per i propri clienti e stakeholder. Siamo entusiasti di poter unire le nostre forze con quelle di Nexi, con cui potremo insieme rappresentare un punto di riferimento per l’industria dei pagamenti e cogliere nuove opportunità di crescita in modo trasversale nel settore grazie alla nostra presenza in mercati strutturalmente attraenti come Germania, Austria e Svizzera, così come in un mercato in veloce crescita come la Polonia. La Danimarca e i paesi del Nord Europa rimangono aree di focus importanti per il gruppo, facendo leva sull’esperienza che Nets ha sviluppato nel servire una delle regioni d’Europa più avanzate da un punto di vista digitale. L’annuncio di oggi è un’attestazione delle capacità e dell’impegno di tutti i nostri colleghi di Nets”.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: