Newlat Food: utile netto aggregato normalizzato a 6,9 mln nel primo semestre

di , pubblicato il

Il Consiglio di Amministrazione di Newlat Food S.p.A. (“Newlat Food” o la “Società”) riunitosi in data odierna sotto la presidenza di Angelo Mastrolia, ha esaminato ed approvato la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020.

• Ricavi aggregati pari a Euro 255,4 milioni, in crescita del 5,5% rispetto a Euro 242,0 milioni nel primo semestre del 2019.
• EBITDA normalizzato aggregato pari a Euro 23,5 milioni, in crescita del 64,8% rispetto a Euro 14,2 milioni nel primo semestre 2019.
• Utile netto aggregato normalizzato pari a Euro 6,9 milioni, in netta crescita rispetto ad una perdita di Euro 920 migliaia dei dati aggregati pro-forma del primo semestre 2019.
• FCF pari a Euro 17,5 milioni, con il 75% dell’EBITDA di Gruppo convertito in cassa.
• PFN consolidata al 30 giugno 2020 pari Euro -17,72 milioni rispetto ad una PFN di Euro – 35,32 al 31 dicembre 2019, a parità di perimetro di consolidamento.
• Il Current trading conferma livelli di crescita particolarmente forti rispetto alle medie di settore con un +6% di fatturato organico nei primi due mesi del terzo trimestre 2020.

Il Presidente Angelo Mastrolia ha commentato: “Newlat, grazie all’importante acquisizione, ha mantenuto gli obiettivi indicati agli azionisti in fase di IPO. I dati di bilancio consolidato dimostrano la capacità di creare valore grazie al forte know-how che il Gruppo è capace di esprimere nelle attività di M&A. In particolare, il bilancio consolidato dimostra che il gruppo CLI è stato immediatamente integrato in Newlat con risultati di redditività eccellenti che confermano la capacità di rendere asset under performing immediatamente altamente remunerativi. I dati semestrali dimostrano che le previsioni di redditività, generazione di cassa e crescita sono stati tutti raggiunti, a conferma delle previsioni del management in fase di acquisizione. Inoltre, la società beneficia di un importante effetto straordinario generato dalla differenza tra quanto investito e il valore effettivo dell’asset acquisito.

L’integrazione di CLI e i dati del primo semestre di Gruppo confermano che l’investimento potrà esprimere grandi potenzialità, anche grazie a tutte le sinergie che il Gruppo ha già generato e che potrà generare in futuro. I dati consolidati aggregati al 30 giugno 2020 registrano un fatturato di Euro 255,4 milioni e EBITDA di Euro 23,5 milioni, pari al 9,2% di margine. Riteniamo dunque che il 2020 possa essere un anno di solida crescita, sia organica che per linee esterne, considerato che il nuovo Gruppo, grazie ad una forte generazione di cassa ed una solida posizione finanziaria, sarà in grado di cogliere le opportunità di investimento rispetto ad una serie di target di grande interesse che la Società sta valutando.”

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno