Neodecortech: utile netto a 0,2 mln nel primo semestre

di , pubblicato il

Neodecortech S.p.A. (“NDT” o la “Società”), leader in Italia nella produzione di carte decorative per pannelli nobilitati e del flooring utilizzati nel settore dell’interior design, quotata sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (“MTA”), comunica che il Consiglio di Amministrazione ha approvato la Relazione Finanziaria Consolidata al 30 giugno 2020, che sarà pubblicata entro i termini previsti dalla normativa di riferimento, unitamente agli esiti dell’attività di revisione in corso di svolgimento.

• Fatturato pari a 54,5 milioni di Euro (-17,8% rispetto al 30 giugno 2019, chiuso a 66,4 milioni di Euro) nonostante la chiusura di 4 e 5 settimane nei mesi di marzo ed aprile, rispettivamente, negli stabilimenti di Filago (BG) e Casoli D’Atri (TE) e l’operatività ridotta nei mesi di maggio e giugno;
• EBITDA pari a 5,6 milioni di Euro (7,1 milioni di Euro al 30 giugno 2019), pari al 10,3% sui ricavi;
• EBIT pari a 1,2 milioni di Euro (2,9 milioni di Euro al 30 giugno 2019), pari al 2,3% sui ricavi;
• Utile netto consolidato pari a 0,2 milioni di Euro (rispetto all’utile netto consolidato al 30 giugno 2019, pari a 1,1 milioni di Euro);
• Indebitamento Finanziario Netto al 30 giugno 2020, pari a circa 48,2 milioni di Euro, in linea con la posizione finanziaria del 30 giugno 2019, pari a 48,3 milioni di Euro ed in aumento rispetto alla posizione finanziaria al 31 dicembre 2019 pari a 40,5 milioni di Euro dopo aver sostenuto investimenti per 3,5 milioni di Euro;
• Avvio delle nuove linee di produzione PPLF ed EOS.

L’AD Luigi Cologni, commentando i dati, afferma che “I risultati del primo semestre 2020, approvati oggi dal Consiglio di Amministrazione, evidenziano come, in un contesto così sfidante e nonostante gli impatti pesanti dell’emergenza Covid-19, il Gruppo Neodecortech, abbia dimostrato una significativa resilienza, preservando la qualità dei margini e la solidità finanziaria e riuscendo a completare il passaggio sul MTA in data 25 maggio 2020.

L’azienda ritiene di avere un posizionamento favorevole per l’evoluzione del mercato, grazie all’impegno nell’innovazione e al costante rispetto dell’ambiente; inoltre i dati dei primi due mesi del terzo trimestre ci confortano, per il deciso recupero che hanno fatto registrare, e ci portano ad essere ottimisti per i risultati di fine anno, in linea con il budget per l’esercizio 2020 aggiornato dal Consiglio di Amministrazione in fase di passaggio all’MTA, nonostante il perdurare di una situazione di incertezza, ulteriormente acuita dalla crisi che ha investito l’economia globale”

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: