Neodecortech, aggiornamento sull’operatività degli stabilimenti industriali

di , pubblicato il

Neodecortech, tra i principali operatori europei nella produzione di carte decorative per pannelli nobilitati e del flooring utilizzati nel settore dell’interior design, quotata sull’AIM Italia, sistema multilaterale di negoziazione organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., informa che, previa comunicazione ai Prefetti delle rispettive Province ai sensi dell’articolo 2 comma 3 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 aprile 2020 (il “DPCM 10 Aprile”), riprenderanno (i) a partire dal 20 aprile 2020 le attività produttive presso lo stabilimento di Filago (BG) e (ii) a partire dal 27 aprile 2020 le attività produttive presso lo stabilimento di Casoli d’Atri (TE).

La riapertura di entrambi i siti produttivi è funzionale a garantire l’attività dei propri clienti le cui attività sono ricomprese tra le filiere di cui all’Allegato 3 del DPCM 10 Aprile.

Con riferimento al sito produttivo di Cartiere di Guarcino S.p.A. la Società comunica che per far fronte alle restrizioni dell’attività produttiva del Gruppo derivanti dalla chiusura dei siti produttivi di Filago e Casoli d’Atrie tenuto conto della proroga sino al 3 maggio 2020 della chiusura di diverse attività produttive prevista dal DPCM 10 Aprile, è stata stabilita l’interruzione dell’attività produttiva sino al 3 maggio 2020 mentre restano regolarmente operative le attività amministrative, logistiche e commerciali.

Si precisa che in tale periodo saranno svolte attività di manutenzione agli impianti in ogni caso previste nel corso dell’esercizio 2020 e che avrebbero determinato un fermo produttivo di circa due settimane. Si precisa inoltre che il magazzino di Cartiere di Guarcino S.p.A. consente di far regolarmente fronte alle consegne per le prossime quattro settimane.

La Società comunica, inoltre, che le attività produttive di Bio Energia Guarcino S.

r.l. non sono state interrotte e procedono regolarmente.

Per tutti i siti produttivi del Gruppo coinvolti da fermi produttivi è stata inoltrata alle competenti autorità la richiesta per l’accesso alla Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria prevista dal Decreto-Legge 17 marzo 2020, n. 18. Alla data del presente comunicato è intenzione della Società fare ricorso a tale istituto prevalentemente per quei dipendenti che non hanno a disposizione ferie arretrate.

La Società rende noto, infine, che in tutti gli stabilimenti del Gruppo, a partire dal mese di marzo 2020, sono state implementate misure organizzative volte a garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori nel rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente e dal Protocollo condiviso di regolamentazione per il contrasto e il contenimento del COVID-19 negli ambienti di lavoro del 14 marzo 2020.

(GD – www.ftaonline.com)

Argomenti: