Mediaset: raggiunto accordo con Vivendi, titolo tocca massimi da settembre 2019

di , pubblicato il

Mediaset +2,9% accelera e tocca i massimi da settembre 2019 dopo l’annuncio dell’accordo con Vivendi -0,1% “per mettere fine alle loro controversie rinunciando reciprocamente a tutte le cause e denunce pendenti”. Il contenzioso risale alla mancata vendita ai francesi di Mediaset Premium nel 2016.

I termini dell’accordo confermano buone parte delle indiscrezioni pubblicate giovedì scorso da MF: Vivendi “favorirà lo sviluppo internazionale di Mediaset votando a favore dell’abolizione del meccanismo del voto maggiorato e del trasferimento della sede legale di Mediaset in Olanda” e “ha preso l’impegno di vendere sul mercato l’intera quota del 19,19% di Mediaset detenuta da Simon Fiduciaria in un periodo di cinque anni” con diritto di prelazione a favori di Fininvest.

Quest’ultima “proporrà la distribuzione a tutti gli azionisti di un dividendo straordinario di 0,30 euro” e “acquisterà al closing il 5,0% del capitale sociale di Mediaset, detenuto direttamente da Vivendi, al prezzo di 2,70 euro per azione, dopo lo stacco del dividendo. Vivendi rimarrà azionista di Mediaset con la quota residua del 4,61%”. Infine Vivendi, tramite la controllata Dailymotion, pagherà “26,3 milioni di euro per la definizione del contezioso relativo al copyright con RTI e Medusa, società del Gruppo Mediaset”.

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: ,