Mediaset in ottima forma nella terza seduta dell’ottava

di , pubblicato il

Mediaset in ottima forma nella terza seduta dell’ottava dopo le indiscrezioni di stampa secondo cui Vivendi avrebbe chiesto a Mediaset un incontro per definire il contenzioso legale in essere dal 2016. La lettera dei francesi non conterrebbe un piano ma un invito a Mediaset a proporre una soluzione, una proposta industriale da condividere in tempi brevi. La scorsa settimana Vivendi aveva tentato di aprire un tavolo di trattativa sul piano di creazione del polo europeo della tv in chiaro MFE, ricevendo però un sostanziale “no”. Mediaset aveva ribabito in quella occasione che l’unico modo per chiudere i contenziosi tra le parti e’ quello del riconoscimento dei danni causati dal naufragio del primo progetto di Media For Europe (Mfe), ponendo questa come condizione per analizzare qualsiasi progetto di sviluppo industriale condiviso. Mediaset ha toccato un massimo intraday a 1,682 euro ritirandosi poi in area 1,66 dopo aver terminato la seduta di martedi’ a 1,61 euro. Il prezzi si sono lasciati alle spalle a 1,622 la trend line rialzista disegnata dal top del 7 aprile, resistenza contro la quale stavano lottando da 4 sedute, inviando un segnale di forza. A 1,71 euro transita la media mobile esponenziale a 100 giorni, il superamento di quella quota sarebbe un ulteriore segnale in favore del proseguimento del rialzo intrapreso dal minimo del 30 luglio a 1,444 euro. Primo target in quel caso a 1,84 euro, successivo a 1,944 euro, massimo del 27 aprile (candela giornaliera di tipo “gravestone doji”, una forte area di resistenza). Sotto 1,62 le indicazioni positive verrebbero ridimensionate, la violazione di 1,56 farebbe poi temere il ritorno in area 1,44 euro, minimo del 30 luglio (altra candela molto significativa, in questo caso come supporto, un “hammer”).

(AM – www.

ftaonline.com)

Argomenti: