MailUp Group, crescita delle vendite di circa 7% nel terzo trimestre

di , pubblicato il

MailUp, società ammessa alle negoziazioni su AIM Italia, sistema multilaterale di scambi organizzato da Borsa Italiana, e operante nel settore delle cloud marketing technologies, ha annunciato in data odierna i risultati relativi alle vendite consolidate del terzo trimestre (Q3 2020) sia a livello di gruppo che a livello di business unit.

I dati consolidati, non sottoposti a revisione, mostrano una crescita del 6,8% nel Q3 2020 (15,6M EUR) rispetto al Q3 2019 (14,6M EUR), scontando l’effetto della crisi globale legata all’emergenza Covid-19.

La business unit che ha registrato il maggiore fatturato Q3 è Agile Telecom, con vendite pari a 10,0M EUR, in crescita di oltre il 4,5% rispetto al medesimo periodo dell’esercizio precedente, mostrando i primi segni di recupero rispetto al forte rallentamento degli SMS destinati al retail (c.d. “drive-to-store”, ossia messaggi di marketing con lo scopo di portare clientela retail nei punti vendita fisici) durante il periodo di lockdown.

La business unit che ha registrato la maggiore crescita è Acumbamail, con vendite pari a 0,4M EUR, in crescita del 47,7% grazie ad un modello di business che privilegia le vendite dei servizi in modalità self-provisioning (ossia quelli che possono essere attivati direttamente dal sottoscrittore senza una interazione personale nel processo di vendita), consentendo agli utenti di dimensioni più limitate di mantenere il contatto con la propria clientela.

Il Q3 2020 registra il maggiore rallentamento della crescita per le business unit BEE, MailUp (che mostra comunque una buona ripresa soprattutto sui servizi email, con performance più contenute su SMS e servizi professionali) e soprattutto Datatrics, influenzato dalla stagionalità tipica dei mesi estivi.

La coda dell’impatto del Covid-19 è legata a molteplici fattori: da un lato l’allungamento del ciclo di vendita ed il rinvio/virtualizzazione degli investimenti di marketing (fiere) a causa della pandemia, dall’altro il maggiore tasso di churn di sottoscrizioni arrivate a scadenza, infine al persistente stato di difficoltà dei settori travel & hospitality.

Le vendite consolidate ricorrenti, che rappresentano circa il 28% del totale, crescono del 15,5% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio 2019. Le vendite realizzate all’estero ammontano a circa 8,5M EUR, pari al 54,5% del totale.

Business Unit Q3 2020 Q3 2019 Var %
MailUp3.4963.2677,0%
Agile Telecom9.9699.5434,5%
BEE1.00383520,1%
Acumbamail40827647,7%
Datatrics6806426,0%
Totale15.55614.5636,8%

Business Unit Q3 2020 Q3 2019 Var % MailUp 3.496 3.267 7,0% Agile Telecom 9.969 9.543 4,5% BEE 1.003 835 20,1% Acumbamail 408 276 47,7% Datatrics 680 642 6,0% Totale 15.556 14.563 6,8% Dati in EUR/000.

Fatturato consolidato, dato gestionale non approvato dal Consiglio di Amministrazione e non sottoposto a revisione. Si segnala che i dati sulle vendite sopra riportati includono anche contratti di competenza pluriennale, e pertanto potrebbero differire dai ricavi che saranno riportati nella relazione trimestrale consolidata, a ragione delle eventuali rettifiche che potrebbero essere apportate in sede di approvazione per rispettare la competenza di periodo.

Matteo Monfredini, Presidente e fondatore di MailUp Group, ha commentato “Siamo soddisfatti dei recenti risultati trimestrali, che mostrano i primi segnali di ripresa dopo il rallentamento o, in alcuni casi, la totale interruzione delle attività economiche globali per alcuni mesi a partire da marzo. Ringrazio sentitamente i nostri dipendenti e collaboratori per aver affrontato questo periodo particolarmente difficile, nel quale hanno potuto operare ininterrottamente da remoto grazie alla nostra predisposizione in termini di processi e infrastrutture.”

Nazzareno Gorni, Amministratore Delegato e fondatore di MailUp Group, ha dichiarato “E’ evidente un generale segno di ripresa rispetto al trimestre precedente, controbilanciato tuttavia dal rallentamento della crescita delle business unit su cui puntiamo maggiormente. Tale fattore è sostenibile grazie ad una struttura di Gruppo solida e ben patrimonializzata, che ci ha consentito di mantenere il nostro organico intatto e gli investimenti strategici. La crescita delle vendite è incoraggiante, mentre la ripartizione geografica registra un peso crescente del Nord America (11%). Su Datatrics si conclude in questi giorni un lavoro di rafforzamento dell’infrastruttura ed è in atto un processo di riorganizzazione verso un modello di business più scalabile e selfprovisioning.

Su BEE il rallentamento della crescita è legato alla divisione BEEPlugin, più impattata dalla crisi Covid in particolare sulla clientela enterprise, mentre la divisione BEEPro ha registrato a settembre il record di 10.000 richieste di prova gratuita. Su entrambi la strategia di crescita è “Product-Led”, con numerose novità rilasciate negli ultimi due mesi come la funzione di commenting e il supporto di AMP, con altre in arrivo entro l’anno come il co-editing e il column management.”

(GD – www.ftaonline.com)

Argomenti: