L’S&P 500 vira al ribasso dopo la Fed

di , pubblicato il

L’indice S&P 500 chiude in calo dello 0,46% a quota 3385,45, virando al ribasso dopo le decisioni della Federal Reserve sulla politica monetaria. La Fed ha stabilito che i i tassi resteranno invariati come atteso nel range 0%/0,25% per almeno tre anni e fino a quando l’inflazione non tornerà sui livelli prossimi o superiori al 2%. Le ultime candele giornaliere evidenziano segnali di indecisione da cui potrebbe scaturire una estensione del ribasso avviato dai record di inizio mese. Discese sotto i 3310 punti porterebbero al test di 3280 circa e più in basso fino ad area 3200/3230, minimi ripetutamente testati nella seconda metà di luglio e riferimento critico nel medio termine. Sotto quest’ultimo appiglio attesi cali più pronunciati verso i 3000 punti. Per il momento, tuttavia, l’indice americano resta in vista dei primi ostacoli a quota 3425 lasciando aperto uno spiraglio all’ipotesi che la pausa serva solo per raccogliere nuovo propellente per rivedere i record a 3588 punti.

(CC )

Argomenti: Nessuno