L’hedge attivista Elliott Management esce dal capitale di At&t

di , pubblicato il

Secondo la documentazione regolatoria, citata da Reuters, Elliott Management è uscito dal capitale di At&t. L’hedge attivista di Paul Singer nel settembre 2019 aveva reso noto di avere ammassato una partecipazione da 3,2 miliardi di dollari nell’ex monopolista telefonico Usa. Principale obiettivo di Elliott era la dismissione delle attività di At&t considerate non-core. L’hedge era stato molto critico nei confronti della strategia delle acquisizioni di At&t, compresa quella nel 2015 di DirecTv per 67 miliardi di dollari e quella nel 2018 di Time Warner per 109 miliardi. Elliott quanto meno è riuscito a ottenere le dimissioni del chief executive Randall Stephenson, anche se il suo successore John Stankey, in carica da inizio luglio, aveva condotto proprio le due maxi-acquisizioni in qualità di president e chief operating officer. At&t aveva chiuso in rialzo dello 0,21% lunedì al Nyse.

(RR – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno