L’Angolo del Trader

di , pubblicato il

Autogrill in forte ribasso martedì dopo che Citigroup ha deciso di peggiorare la raccomandazione sul titolo da neutral a sell con target a 2,50 euro. Secondo gli analisti della banca americana il prezzo attuale del titolo e le aspettative di ripresa del business incorporate nelle stime di consensus siano decisamente troppo ottimistici. Gli esperti ritengono inoltre che il free cash flow sia “troppo debole per ridurre significativamente il debito nel medio termine”. Il titolo tocca un minimo intraday a 3,466 euro dopo aver terminato lunedì a 3,902 euro. Le quotazioni sono scese quindi al di sotto del minimo del 7 agosto a 3,72 euro dal quale era partito il rimbalzo culminato il 4 settembre a 4,714 euro. Difficile ora evitare il test del minimo del 18 marzo a 3,142 euro. In caso di violazione anche di quei livelli atteso il test di 2,675, minimo del luglio 2012, supporto critico in quanto base della candela settimanale di tipo “hammer” dalla quale si era ralizzato un prolungato rialzo. Solo recuperi al di sopra di area 4 euro potrebbero segnalare un allentamento delle pressioni ribassiste e fare sperare nel test della resistenza a 4,21, top dell’8 ototbre e media mobile esponenziale a 50 giorni. In caso di superamento anche di quei livelli atteso il test di area 4,50 euro.

Nette flessione ieri per Juventus FC che a metà pomeriggio ha perso improvvisamente terreno scivolando a 0,7204 euro, i minimi da marzo, per poi ridurre le perdite e chiudere a 0,7566 (-2,22%). L’affondo è arrivato subito dopo la comunicazione della federazione portoghese della positività al COVID-19 di Cristiano Ronaldo nel ritiro della nazionale lusitana. Il calciatore, in forza al club bianconero con un ingaggio di circa 30 milioni di euro netti a stagione, è asintomatico ma resterà in isolamento in Portogallo almeno fino a fine settimana.

Dovrebbe sottoporsi a un tampone non prima di cinque giorni: in caso di negatività, si potrebbe valutare un rientro in Italia. Nella migliore delle ipotesi CR7 salterà solo la prossima partita di campionato, Crotone-Juventus di sabato prossimo. L’analisi del grafico di Juventus FC mette in evidenza che l’affondo di ieri si inserisce in un movimento ribassista in essere da metà settembre. Il titolo nella scorsa seduta ha testato area 0,7350 euro, ultimo supporto utile a evitare il ritorno sugli 0,54 di metà marzo. La reazione successiva al contatto con il sostegno lascia aperta la porta a un’ipotesi di rimonta: conferme in tal senso con una stabilizzazione sopra 0,83 con primo obiettivo a 0,93-0,94.

Tinexta balza in avanti e tocca il nuovo massimo storico a 19,86 euro dopo la notizia di tre acquisizioni grazie alle quali il gruppo fa il suo ingresso nel mercato della Cybersecurity. L’investimento iniziale è pari a 47,8 milioni di euro e i ricavi stimati della nuova Business Unit Cybersecurity ammontano a oltre 60 milioni. La notizia ha messo il turbo al titolo che ha strappato al rialzo oltre i precedenti top di agosto a 18,84 euro raggiungendo così un nuovo record a 19,86 euro. Il segnale di ieri ha dunque permesso al titolo di riattivare l’uptrend di lungo corso in direzione di target ipotizzabili a 21,40 circa. Nella direzione opposta, discese sotto il minimo di martedì a 18,28 euro comporterebbero il test dei primi supporti a 17,70/17,80. Supporto successivo a 16,30 euro, minimi allineati di settembre e ottobre e riferimento decisivo nel medio termine.

(SF – www.ftaonline.com)

Argomenti: , ,