L’Angolo del Trader

di , pubblicato il

Atlantia in decisa flessione ieri (-3,37% a 13,90 euro): per MF le trattative tra la controllata Autostrade e governo stanno andando avanti e sono alle battute finali, ma restano da definire alcuni punti cruciali come la modalità di impiego dei 3,4 miliardi di euro di ristoro previsti da AspI, la distribuzione degli investimenti e la modifica della concessione. Ieri il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli, ha dichiarato che l’esecutivo pretende il rispetto degli accordi del 14 luglio. A inizio agosto, in occasione dell’approvazione dei risultati semestrali, dal cda di Atlantia è emerso che le trattative con il Governo sull’ingresso di un soggetto a partecipazione statale (Cdp) nel capitale di Autostrade per l’Italia si erano arenate. Nel fine settimana di Ferragosto il premier Conte ha dichiarato a La Stampa che per arrivare a siglare gli accordi sulla revisione della concessione e sull’assetto di AspI restano da definire ancora molti dettagli e comunque gli accordi non prevedranno la rinuncia ad agire contro la società in caso di eventuali “gravi inadempienze o imperdonabili negligenze”. MF in quell’occasione aveva riferito quanto dichiarato da fonti coinvolte nelle trattative, ovvero che accordi che rispettino tutte le richieste delle parti in causa sono di fatto impossibili: ne consegue che qualcuna dovrà fare un passo indietro. Le fonti aggiungevano che una base minima per gli accordi è rappresentato dal via libera del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti al nuovo piano delle tariffe autostradali (ridotte) elaborato da Atlantia-AspI. L’analisi del grafico di Atlantia mette in evidenza il movimento laterale in essere da aprile (interrotto dal balzo di volatilità visto nelle sedute prima di metà luglio).

Primi segnali di forza oltre 14,70-14,80 euro per 15,40 e 16,2150, massimo di inizio giugno. Oltre questo ultimo ostacolo spazi di ascesa più ampi in direzione di 18,50 e 19,50. Discese sotto 13,25-13,30 anticiperebbero invece un probabile test del minimo di metà luglio a 11,20, riferimento decisivo per scongiurare il ritorno sui 9,14 di marzo.

Netto calo ieri per Eni -2,37% su indiscrezioni di stampa secondo cui gli USA potrebbero fissare a ottobre la riattivazione delle sanzioni all’esportazione di petrolio del Venezuela. Eni è tra i gruppi che ricevono petrolio dal Paese sudamericano. Dopo aver sfruttato i segnali di ipervenduto evidenziati dai principali oscillatori grafici a inizio agosto, Eni ha nuovamente perso quota, allontanandosi dalla prima resistenza in area 8,50. Solo in caso di stabilizzazione oltre questo livello, avvicinato la scorsa ottava, verrebbero allentate le recenti tensioni, favorendo il ritorno in area 9,20. Difficoltà nel superare area 8,50 confermerebbero uno scenario di debolezza anticipando cali verso 7,343, minimi di agosto, e più in basso fino ai minimi di marzo a 6,26 euro.

Autogrill in netto calo giovedi’. Mediobanca conferma il giudizio underperform e il target a 4,80 euro. Decisamente negativi i dati sul traffico passeggeri dell’aeroporto di Amsterdam (Schipol), dove Autogrill è il principale operatore di cibo e bevande: a luglio -80% a/a contro il -65% da inizio anno. Mercoledi’ Equita Sim aveva confermato il rating “hold” sul titolo con prezzo obiettivo a 5,4 euro. Autogrill e’ sceso giovedi’ fino a 4,18 euro per poi risalire marginalmente al di sopra di area 4,20 (close seduta precedente a 4,38). I prezzi avevano tentato per alcune sedute, dal 12 agosto, di superare la trend line ribassista disegnata dal top di inizio giugno, resistenza passante ora a 4,40 euro che e’ rimasta intatta. Il ribasso avviatosi da quei livelli dovrebbe pero’ scendere al di sotto della linea che congiunge i minimi di marzo e di agosto, passante a 3,80 circa, per dimostrarsi pericoloso. In quel caso probabile il ritorno sui minimi di marzo a 3,14 euro. Il superamento di area 4,40, anticipato dalla rottura di 4,30, permetterebbe invece di sperare nel ritorno sul massimo di luglio a 5,13 euro.

(SF – www.ftaonline.com)

Argomenti: , ,