Juventus FC: CR7 positivo al COVID-19, a rischio la sfida con Messi in Champions League

di , pubblicato il

Netta flessione ieri per Juventus FC (oggi in avvio +1,2% a 0,7658 euro) che a metà pomeriggio ha perso improvvisamente terreno scivolando a 0,7204 euro, i minimi da marzo, per poi ridurre le perdite e chiudere a 0,7566 (-2,22%). L’affondo è arrivato subito dopo la comunicazione della federazione portoghese della positività al COVID-19 di Cristiano Ronaldo nel ritiro della nazionale lusitana. Il calciatore, in forza al club bianconero con un ingaggio di circa 30 milioni di euro netti a stagione, è asintomatico ma resterà in isolamento in Portogallo almeno fino a fine settimana. Dovrebbe sottoporsi a un tampone non prima di cinque giorni: in caso di negatività, si potrebbe valutare un rientro in Italia.

Nella migliore delle ipotesi CR7 salterà la prossima partita di campionato, Crotone-Juventus di sabato prossimo, e il debutto in Champions League, martedì prossimo a Kiev con la Dinamo. Possibile il rientro per Juventus-Hellas Verona del 25 ottobre, mentre per sfidare Messi in Juventus-Barcellona di Champions del 28 ottobre Cristiano Ronaldo dovrà inviare entro il 21 ottobre alla UEFA un documento che attesti la negatività al COVID-19.

L’analisi del grafico di Juventus FC mette in evidenza che l’affondo di ieri si inserisce in un movimento ribassista in essere da metà settembre. Il titolo nella scorsa seduta ha testato area 0,7350 euro, ultimo supporto utile a evitare il ritorno sugli 0,54 di metà marzo. La reazione successiva al contatto con il sostegno lascia aperta la porta a un’ipotesi di rimonta: conferme in tal senso con una stabilizzazione sopra 0,83 con primo obiettivo a 0,93-0,94.

(Simone Ferradini – www.ftaonline.com)

Argomenti: