Italmobiliare con Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella rilancia la bellezza e la tradizione del Made in Italy

di , pubblicato il

E’ stato perfezionato oggi l’acquisto del 60% del capitale di Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella S.p.A. secondo quanto annunciato lo scorso 18 agosto e in esecuzione degli accordi stipulati l’8 gennaio 2020. Ad esito dell’operazione conclusa in data odierna che ha comportato un esborso pari a 120 milioni di euro, Italmobiliare incrementa la propria quota nella società all’80% dal 20% detenuto in precedenza. “Sentiamo la responsabilità della storia di un’azienda che è patrimonio di Firenze ed emblema del Made in Italy nel mondo- sottolinea il Consigliere delegato di Italmobiliare Carlo Pesenti, che assume la carica di nuovo Presidente di Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella – L’impegno di Italmobiliare mira a preservare l’autenticità dei prodotti e a sviluppare ulteriormente il valore generato dalla società non solo per azionisti e dipendenti ma anche per tutta la città, che ha saputo negli anni conservare e valorizzare una attività così singolare e prestigiosa. Firenze e Santa Maria Novella sono nomi che richiamano nel mondo il meglio del nostro Paese, e quello per cui è amato: la bellezza, il Rinascimento, le sue straordinarie realtà artigianali. Italmobiliare -che ha nella propria mission lo sviluppo, l’internazionalizzazione e l’innovazione e nel proprio DNA la valorizzazione del Made in Italy- vede in Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella uno straordinario attore di questo percorso”. “Rispetto della tradizione, innovazione, e capacità di comunicare in modo chiaro e diretto a fronte di un cliente sempre più consapevole. Sono questi i valori che hanno caratterizzato la mia esperienza” dichiara il nuovo Amministratore Delegato Gian Luca Perris “e che ritrovo come elementi fondanti di Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella.

Inizio questo impegno con il profondo rispetto dovuto a chi ha saputo fino ad oggi scegliere e valorizzare le più belle materie prime, e con l’ambizione di accrescere ulteriormente l’orgoglio di portare nel mondo un’Italia e una Firenze rappresentate da fascino, qualità e storia senza uguali, potendo contare su un patrimonio di oltre 400 anni di ininterrotta attività”. Nel nuovo Consiglio di Amministrazione entrano inoltre, in aggiunta ad Eugenio Alphandery che rimane con il 20% e assume la carica di Vice Presidente a garanzia -insieme al Consigliere Daniele Berti- di una continuità strategica e di una piena valorizzazione dell’heritage, la Presidente di Italmobiliare Laura Zanetti e come Consiglieri Indipendenti Allegra Antinori della storica famiglia di viticoltori toscani e Matteo Capellini portatore di un profondo know-how in termini di marketing e sviluppo di brand di alta gamma. Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella di Firenze è una delle più antiche officine farmaceutiche del mondo, creata dai frati domenicani nel 1221 e aperta al pubblico dal 1612 per la preparazione e vendita di rimedi medici naturali e profumi. La produzione, originariamente basata nelle officine dello storico negozio di Firenze, continua ad usare materie prime della più alta qualità e seguendo ancora i procedimenti artigianali appartenuti ai frati domenicani, con l’ausilio però di tecnologie all’avanguardia, come nel caso del PotPourri di Santa Maria Novella -uno dei prodotti più emblematici- nato nella metà del XVII secolo e composto da una miscela di bacche, foglie e petali di fiori tipici dei colli fiorentini, per il quale è stato ora ideato un moderno macchinario che permette di monitorare il prodotto garantendone un’altissima qualità. L’Acqua di Santa Maria Novella è la fragranza più antica dell’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella. Si tratta infatti del Profumo che Caterina de’ Medici commissionò ai frati domenicani nel 1533 e fu portato da lei in Francia in occasione delle sue nozze con Enrico di Valois. Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella ha realizzato nel 2019 su base consolidata pro forma un fatturato pari a circa € 31,5 m e un EBITDA pari a oltre € 12 m con una posizione di cassa netta di € 19 m.
La società realizza oltre seicento prodotti differenti fra antiche preparazioni, liquori, essenze e prodotti per la cura del corpo e per la profumazione degli ambienti, venduti in oltre 300 punti vendita, negozi di proprietà e corner presenti in Europa, USA e APAC (principalmente Sud Corea e Giappone). Italmobiliare a partire dal 2017 ha investito, grazie alla capacità di identificare deal proprietari, circa 500 milioni in società caratterizzate da marchi importanti del Made in Italy sostenendo attraverso il suo know-how e i propri modelli di sviluppo e governance significativi tassi di crescita.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: