IMA annuncia il conferimento dei poteri per la convocazione dell’Assemblea Ordinaria per la nomina del nuovo Cda

di , pubblicato il

Il Consiglio di Amministrazione di IMA S.p.A., leader mondiale nella produzione di macchine automatiche, si è riunito oggi sotto la presidenza di Alberto Vacchi e ha preso atto delle dimissioni della maggioranza degli amministratori di IMA, sospensivamente condizionate al closing dell’operazione annunciata in data 28 luglio 2020. Le dimissioni sono state rassegnate in conformità alle previsioni dell’Accordo di Investimento e di Compravendita e alle relative pattuizioni parasociali e determineranno la conseguente decadenza dell’intero Organo Amministrativo alla data del closing. Pertanto, sono stati conferiti al Presidente i poteri per la convocazione dell’Assemblea Ordinaria che sarà chiamata a nominare il nuovo Organo Amministrativo, determinandone numero dei componenti, durata del mandato e compenso. L’Assemblea, che si terrà presumibilmente entro fine ottobre 2020, verrà convocata ai termini e alle condizioni di cui alla normativa applicabile.

Fusione per incorporazione di Corazza S.p.A. in IMA S.p.A.
Il Consiglio di Amministrazione di IMA S.p.A. ha approvato, nell’ambito del programma di semplificazione della struttura societaria, il progetto di fusione per incorporazione nella IMA S.p.A. della società interamente controllata Corazza S.p.A., con sede a Bologna, leader mondiale nella produzione di macchine confezionatrici per dadi da brodo, formaggio fuso, burro, margarina e lievito. Tale incorporazione favorirà la semplificazione della struttura societaria del Gruppo IMA e l’ottimizzazione nella gestione dei relativi flussi finanziari. L’operazione verrà attuata assumendo a riferimento la situazione economicopatrimoniale al 30 giugno 2020, quanto a Corazza, e la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2020, quanto a IMA.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: