Il Punto sui Mercati

di , pubblicato il

Piazza Affari poco mossa in attesa dei risultati dell’Eurogruppo sulla situazione economica della Zona Euro. Il Ftse mib guadagna lo 0,03% il Ftse Italia All Share lo 0,09% e il Ftse Italia Star lo 0,71%.

Flash sui titoli in evidenza nella seduta dell’11 settembre:

Tenaris

Peggiora il quadro grafico di Tenaris dopo la violazione dei minimi di agosto a 4,88 euro circa. Il titolo sembra ora destinato a un approfondimento verso 3,85 circa, base del canale ribassista disegnato dal top dell’8 giugno. Questo scenario potrebbe essere scongiurato in caso di ritorno in pianta stabile oltre 4,88, mentre il superamento di 5,17 darebbe il via a un tentativo di recupero verso area 5,40.
-Target: 5,17 euro
-Negazione: 3,85 euro
-RSI (14): ipervenduto

Terna

Terna si mantiene pericolosamente vicina alla base della fase laterale disegnata da inizio giugno, a 5,90 circa. La tenuta di questo supporto è cruciale per conservare intatte le speranze di un rimbalzo. Sotto 5,90 rischio elevato infatti di assistere a ripiegamenti con obiettivi a 5,80, poi a 5,57 almeno. Solo oltre 6,28 primi segnali di ripresa per 6,50, limite superiore del range, e per il test a 6,63, del gap del 24 febbraio.
-Target: 6,63 euro
-Negazione: 5,90 euro
-RSI (14): neutrale

Unicredit

UniCredit si muove nella porzione inferiore di una fascia laterale disegnata dai top di giugno, con base a 7,54/7,59 e lato alto a 9,40 circa. Solo il ritorno sopra area 8,50, mediana del range, allontanerebbe il rischio di nuovi cali prospettando il test di area 9,40. Sotto 7,54 rischio di affondo sui supporti in area 7,10 e più sotto a 6,76 circa.
-Target: 8,50 euro
-Negazione: 7,54 euro
-RSI (14): neutrale

Unipol

Unipol fatica a dare seguito alla tendenza positiva intrapresa a marzo. Per avvalorare le aspettative di crescita i prezzi dovranno oltrepassare la resistenza a 4,18/4,19, oltre alla quale si getterebbero le basi per una estensione dell’allungo in direzione degli obiettivi posizionati a 4,57, lato alto del canale disegnato dal minimo di marzo.

Possibile debolezza invece sotto 3,89, per supporti a 3,76 circa, base del canale.
-Target: 4,57 euro
-Negazione: 3,89 euro
-RSI (14): neutrale

(CC – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno