Il Nikkei resta sotto la resistenza

di , pubblicato il

Nikkei 225 in calo dello 0,67% questa mattina a quota 23319. Prosegue dunque la fase di attesa per l’indice nipponico che dopo essere risalito lunedì fino sui massimi di inizio mese in area 23580 si è stabilizzato a ridosso di tale livello senza riuscire per il momento ad oltrepassarlo. Il quadro grafico resta ancora favorevole ad un prossimo attacco a detta resistenza che in caso di successo proietterebbe il Nikkei verso i top di inizio anno in area 24100, circostanza che permetterebbe di completare il riassorbimento del violento ribasso di marzo, scaturito dalla diffusione nel mondo del covid-19. Flessioni nel breve fino a 23300 circa resterebbero compatibili con l’ipotesi rialzista. Sotto 23300 invece verrebbe generato un primo segnale di debolezza che introdurrebbe il ritorno in area 23100, supporto successivo a 22850. Solo la violazione di quest’ultimo livello tuttavia comprometterebbe il potenziale rialzista dei corsi, aprendo ad una correzione più corposa del recupero degli ultimi mesi con obiettivi a 22600 e più in basso in area 22250.

(AC)

Argomenti: Nessuno