Il Dax disegna un “inside day”

di , pubblicato il

Il Dax disegna un “inside day”. Seduta poco significativa ieri per il Dax che si è mosso all’interno dell’intervallo (ampio) della giornata precedente, compreso tra i 12660 e i 12873 punti (ieri tra 12738 e 12859). L’inside day compare quando il mercato è incerto sulla via da seguire o è in attesa di dati/notizie rilevanti. Ed un fatto rilevante, che ha messo i mercati azionari in stand by, era effettivamente atteso, ovvero il primo dibattito TV tra Biden e Trump in programma nella serata di martedì a Cleveland, in Ohio, moderato da Chris Wallace di Fox News. Questo dibattito, più dei due rimanenti, potrebbe decidere le sorti delle elezioni (il voto per posta verrà concluso prima dello svolgimento degli altri due incontri). Sullo sfondo anche le attese del raggiungimento di un accordo tra Repubblicani e Democratici per una nuova tornata di aiuti all’economia, con Nancy Pelosi e Steve Mnuchin che sono tornati a parlarsi da un paio di giorni e che torneranno a farlo anche mercoledì. Se il Dax riuscirà a forzare la resistenza dei 12880 punti diverrà probabile il test a 12970 della linea che unisce i minimi del 21 agosto e del 4 settembre, “neckline” del testa spalle ribassista disegnato dal 12 agosto e completato il 21 settembre. Il superamento di quei livelli negherebbe le implicazioni ribassiste derivanti dalla presenza del testa spalle e prospetterebbe la ricopertura del gap del 21 settembre con lato alto a 13116 punti. Sotto area 12700 probabile invece una discesa almeno fino a 12623, base del gap del 28 settembre. Supporto successivo a 12555, media mobile esponenziale a 100 giorni.

(AM)

Argomenti: Nessuno