I Settori del Ftse All-Share

di , pubblicato il

L’indice del comparto Alimentare ha ripiegato nella seconda metà della settimana dopo essersi avvicinato ai massimi di febbraio in area 103.000. Ci sono voluti sei mesi circa per recuperare quanto perduto nel periodo compreso tra la metà di febbraio e la metà di marzo, ma in questo periodo l’indice settoriale si è comunque dimostrato nettamente più reattivo rispetto al Ftse Italia All-Share, che resta ancora ben distante dai massimi di inizio anno. La media mobile a 50 sedute, supporto a 94.000 circa, sta ben accompagnando il rialzo ed offre ai corsi un buon margine di manovra per assorbire eventuali correzioni nel breve prima che possa essere impostato un nuovo attacco a quota 103.000. Flessioni fino a 94.500, dunque, resteranno compatibili con lo scenario rialzista. Oltre quota 103.000 probabile poi il superamento dei record assoluti posti poco più in alto in area 105.000 ed il proseguimento della corsa verso quota 110.000. Sotto 94.500 invece si amplierebbe la correzione di tutto il rialzo degli ultimi mesi ed i corsi avrebbero spazio per affondare verso un primo obiettivo a 91.150; target successivo a 85.000 punti circa.

(AC – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno