'Gruppo Green Power, delisting il 5 ottobre 2020 - Finanza e Borsa - Investireoggi.it

Gruppo Green Power, delisting il 5 ottobre 2020

di , pubblicato il

Si riproduce di seguito, per conto di Alperia S.p.A., il comunicato stampa relativo ai risultati definitivi della Procedura di Adempimento all’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma 2, del TUF.

***

Alperia S.p.A. ha raggiunto il 96,212% del capitale sociale di Gruppo Green Power S.p.A. Procedura congiunta per esercitare il diritto di acquisto ai sensi dell’articolo 111 del TUF e adempiere all’obbligo di acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma 1, del TUF su tutte le azioni rimanenti di Gruppo Green Power S.p.A.

***

Mirano – Bolzano, 28 settembre 2020 – Con riferimento alla procedura di adempimento dell’obbligo di acquisto ai sensi e per gli effetti dell’art. 108, comma 2 del D.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, come successivamente modificato ed integrato (“TUF”), avviato da Alperia S.p.A. (l'”Offerente”) in data 31 agosto 2020 (la “Procedura di Adempimento dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma 2 del TUF”) in relazione alle n. 203.295 azioni ordinarie (le “Azioni”), pari al 6,81% del capitale sociale di Gruppo Green Power S.p.A. (l'”Emittente”) in circolazione non detenute dall’Offerente a seguito dell’offerta pubblica di acquisto volontaria conclusasi in data 31 luglio 2020 (l'”Offerta“), facendo seguito il comunicato pubblicato in data 25 settembre 2020 circa i risultati provvisori della Procedura di Adempimento dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma secondo, del TUF, l’Offerente dichiara quanto segue.
I termini utilizzati con lettera iniziale maiuscola nel presente comunicato, se non altrimenti definiti, hanno il significato ad essi attribuito nel comunicato stampa relativo alle modalità di svolgimento della Procedura di Adempimento dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma secondo, del TUF pubblicato in data 4 agosto 2020 (il “Comunicato del 4 agosto”).

1. Risultati definitivi della Procedura di Adempimento dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma 2
Sulla base dei risultati definitivi della Procedura di Adempimento dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma secondo, del TUF, durante il Periodo di Presentazione delle Richieste di Vendita – iniziato in data 31 agosto 2020 e si è concluso in data 25 settembre 2020 – sono state presentante Richieste di Vendita per complessive n. 90.283 Azioni Residue, pari a circa il 44,41% delle Azioni Residue e al 3,026% del capitale sociale ordinario dell’Emittente.

I dati definitivi sopra riportati risultano invariati rispetto ai risultati provvisori della Procedura di Adempimento dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma secondo, del TUF pubblicati in data 25 settembre 2020.

Si segnala che, durante il Periodo di Presentazione delle Richieste di Vendita, né l’Offerente né le Persone che Agiscono di Concerto hanno effettuato, né direttamente né indirettamente, acquisti di Azioni al di fuori della Procedura di Adempimento dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma secondo, del TUF.

Alla luce di quanto precede, alla Data di Pagamento del Corrispettivo della Procedura (i.e. 2 ottobre 2020), l’Offerente verrà a detenere n. 2.870.268 Azioni pari al 96,212% del capitale sociale ordinario dell’Emittente.

2. Pagamento del Corrispettivo della Procedura per l’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma secondo, del TUF – Controvalore complessivo
Gli azionisti dell’Emittente che hanno presentato Richieste di Vendita nell’ambito della Procedura di Adempimento dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma secondo, del TUF riceveranno un corrispettivo identico al Corrispettivo offerto nell’Offerta, vale a dire Euro 4,60 per ciascuna Azione Residua oggetto di Richiesta di Vendita.

In considerazione del numero delle Azioni Residue oggetto di Richiesta di Vendita e dell’ammontare del Corrispettivo della Procedura, il controvalore complessivo delle Azioni Residue oggetto dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma secondo, del TUF è pari ad Euro 415.301,80.

Come anticipato nel Comunicato del 4 agosto, il trasferimento all’Offerente della titolarità delle Azioni Residue oggetto delle Richieste di Vendita e il pagamento agli Azionisti Richiedenti saranno effettuati il quinto Giorno di Borsa Aperta successivo alla data di chiusura del Periodo di Presentazione delle Richieste di Vendita, vale a dire in data 2 ottobre 2020.

Il pagamento del Corrispettivo della Procedura avrà luogo in contanti e verrà effettuato per il tramite dell’Intermediario Incaricato del Coordinamento della Raccolta delle Richieste di Adesione, che trasferirà i fondi agli Intermediari Depositari, i quali a loro volta, pagheranno gli Azionisti Richiedenti titolari delle Azioni Residue in base alle istruzioni rilasciate dagli stessi.

L’obbligo dell’Offerente di pagare il Corrispettivo della Procedura alla Data di Pagamento del Corrispettivo della Procedura si intenderà assolto nel momento in cui le relative somme siano state trasferite agli Intermediari Depositari. Resta ad esclusivo carico degli Azionisti Richiedenti il rischio che gli Intermediari Depositari non provvedano a ritrasferire tali somme agli aventi diritto o ne ritardino il trasferimento. Contestualmente, alla Data di Pagamento del Corrispettivo della Procedura, le Azioni Residue oggetto delle Richieste di Vendita verranno trasferite all’Offerente sul conto deposito titoli dello stesso.

3. Procedura Congiunta per l’esercizio del Diritto di Acquisto e l’adempimento dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma 1, del TUF
Poiché al termine della Procedura di Adempimento dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma secondo, del TUF, la partecipazione complessivamente detenuta dall’Offerente nel capitale sociale dell’Emittente è superiore al 95%, sussistono – in forza del richiamo espresso dall’Articolo 9 dello Statuto Sociale a dette previsioni del TUF – i presupposti per l’esercizio del Diritto di Acquisto di cui all’articolo 111 del TUF e per l’adempimento dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma primo, del TUF con riferimento a tutte le n. 113.012 azioni ordinarie dell’Emittente in circolazione non possedute dall’Offerente alla conclusione della Procedura di Adempimento dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma secondo, del TUF (le “Azioni Rimanenti”), che rappresentano il 3,788% del capitale sociale ordinario dell’Emittente.

Pertanto, come indicato nel Comunicato del 4 agosto, dopo la Data di Pagamento del Corrispettivo della Procedura, l’Offerente eserciterà il Diritto di Acquisto di cui all’articolo 111 del TUF e, contestualmente, adempierà all’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma primo, del TUF nei confronti degli azionisti dell’Emittente che ne facciano richiesta, mediante apposita Procedura Congiunta, le cui modalità e termini sono indicati qui di seguito.

Ai sensi dell’articolo 111 del TUF, la Procedura Congiunta si concluderà con il trasferimento all’Offerente della titolarità di tutte le Azioni Rimanenti.

Il corrispettivo dovuto per le Azioni Rimanenti acquistate dall’Offerente nell’ambito della Procedura Congiunta, a seguito dell’esercizio del Diritto di Acquisto ai sensi dell’articolo 111 del TUF e dell’adempimento dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma primo, del TUF, sarà pari al Corrispettivo (ossia Euro 4,60 per ciascuna Azione Rimanente).

L’Offerente, al fine di dare corso alla Procedura Congiunta, in data 5 ottobre 2020, darà conferma all’Emittente dell’avvenuto deposito e della disponibilità di una somma pari al controvalore complessivo per le Azioni Rimanenti, pari ad Euro 519.855,20, sul conto corrente vincolato intestato all’Offerente medesimo presso Intesa Sanpaolo S.p.A.

In medesima data, ai sensi dell’articolo 111, terzo comma, del TUF, il trasferimento delle Azioni Rimanenti avrà efficacia e pertanto l’Emittente procederà alle conseguenti annotazioni sul libro soci.

Ai sensi dell’articolo 2949 del Codice Civile, decorso il termine di prescrizione quinquennale dalla data di deposito del corrispettivo per il Diritto di Acquisto ai sensi dell’articolo 111, del TUF, l’Offerente avrà il diritto di ottenere la restituzione delle somme depositate a titolo di corrispettivo per il Diritto di Acquisto ai sensi dell’articolo 111, del TUF e non riscosse dagli aventi diritto.

4. Delisting
Borsa Italiana disporrà il Delisting delle azioni dell’Emittente dal Mercato AIM a decorrere dal 5 ottobre 2020, sospendendo le Azioni (ISIN IT0004982242) dalle negoziazioni per le sedute del 1 ottobre 2020 e 2 ottobre 2020.

(GD – www.ftaonline.com)

Argomenti: