GPI: sottoscritti € 4,5 mln di bond “GPI S.P.A -3,50% 2019-2025”

di , pubblicato il

GPI, società quotata sul mercato MTA leader nei Sistemi Informativi e Servizi per la Sanità e il Sociale, facendo seguito a quanto già comunicato il 24 agosto 2020, il 26 agosto 2020 e il 31 agosto 2020, informa che, con riferimento alla riapertura del Prestito Obbligazionario non convertibile “GPI S.p.A. -3,50% 2019-2025”, con codice ISIN IT0005394371 (il “Prestito Obbligazionario”), ha collocato, presso investitori istituzionali, titoli obbligazionari per complessivi nominali Euro 4.500.000(le “Ulteriori Obbligazioni”). Le Ulteriori Obbligazioni sono state emesse a un prezzo pari al 98,2957% del valore nominale delle stesse maggiorato del rateo di interessi non corrisposto e maturato dalla data di pagamento dello scorso 20 giugno sino alla data del 4 settembre 2020 (esclusa). Le Ulteriori Obbligazioni emesse in data 4 settembre 2020 hanno le medesime caratteristiche delle obbligazioni di cui al Prestito Obbligazionario già in circolazione e sono soggette alle previsioni del Regolamento del Prestito, ivi inclusa la data di scadenza. In conseguenza della summenzionata emissione delle Ulteriori Obbligazioni l’importo nominale complessivo del Prestito Obbligazionario ammonta a Euro 34.500.000. Le risorse raccolte sono destinate principalmente alla prosecuzione dell’attività di M&A e di Ricerca e Sviluppo in coerenza con le linee guida del Piano Strategico Industriale con particolare riferimento allo sviluppo internazionale dell’ASA Software –si ricordano a titolo esemplificativo le recenti operazioni, tra cui l’ultima effettuata negli USA, che si caratterizzano per acquisizioni di asset o società estere con EBITDA margin superiori a quello medio del Gruppo. Si ricorda infine, che le Ulteriori Obbligazioni collocate in data 4 settembre 2020 si inseriscono nel contesto di quanto deliberato dal Consiglio di Amministrazione della Società in data 24 agosto 2020 (e comunicato al mercato in pari data), ossia l’incremento del valore nominale del Prestito Obbligazionario fino ad un massimo di Euro 50.000.

000 (cinquantamilioni/00), attraverso l’emissione, in una o più tranches, entro il termine del 31 dicembre 2020di ulteriori titoli obbligazionari, aventi le medesime caratteristiche delle obbligazioni di cui al Prestito Obbligazionario già in circolazione e soggetti alle previsioni del Regolamento del Prestito, fino a un massimo di Euro 20.000.000 (venti milioni/00).

(GD – www.ftaonline.com)

Argomenti: