Gefran: utile netto in calo a 1,1 mln nel primo semestre

di , pubblicato il

Il Consiglio di Amministrazione di GEFRAN S.p.A. si è riunito oggi sotto la presidenza di Maria Chiara Franceschetti, per l’approvazione dei risultati al 30 giugno 2020.

? Ricavi pari a 62,7 milioni di Euro (-13% rispetto ai primi sei mesi del 2019)
? EBITDA positivo per 7,3 milioni di Euro (10,7 milioni di Euro al 30 giugno 2019)
? Utile netto a 1,1 milioni di Euro (4 milioni Euro al 30 giugno 2019)
? Posizione finanziaria netta negativa e pari a 13,6 milioni di Euro (negativa e pari a 13,3 milioni di Euro al 31 dicembre 2019)

Impatti e azioni legate al Covid-19
Il Gruppo Gefran ha subito gli effetti della diffusione del Covid-19 nei diversi Paesi nei quali opera, direttamente attraverso le proprie filiali o indirettamente attraverso clienti e fornitori, soprattutto in conseguenza alla sospensione parziale o totale delle attività produttive. Per fronteggiare la situazione contingente, il Gruppo ha tempestivamente introdotto azioni volte ad assicurare la sicurezza dei propri collaboratori (dipendenti e esterni) e nello stesso tempo a garantire la continuità delle attività, compatibilmente con le direttive imposte dai governi. Ciò ha portato alla definizione di procedure specifiche sui comportamenti e sugli accessi alle aree aziendali, alla stesura di protocolli di salute e sicurezza e alla riorganizzazione dei processi aziendali particolarmente sensibili in questa fase (per esempio, la gestione della catena di fornitura). Ad oggi, le principali attività produttive del Gruppo sono riprese, mentre il personale impiegato in ufficio svolge la propria attività alternando presenza in ufficio e smart working, per garantire il necessario distanziamento sociale. Il Gruppo Gefran, inoltre, ha fatto ricorso a cassa integrazione in deroga o in generale ha avviato le procedure previste per la richiesta degli aiuti governativi, ove questi sono concessi. Oltre a ciò, sono state messe in atto azioni volte al contenimento dei costi, ed alla ridefinizione delle attività e delle priorità aziendali.

Marcello Perini, Amministratore Delegato del Gruppo Gefran, ha dichiarato: “Considerando l’impatto sull’economia mondiale dell’emergenza sanitaria, il risultato del primo semestre riflette la capacità di reazione di Gefran, la sostenibilità del suo modello di business e la forza del Gruppo nel far fronte alle sfide, poiché in un contesto difficile siamo stati in grado di rispondere alle richieste dei nostri clienti sia in termini di consegne del prodotto che più specificatamente di servizio. La volontà, la perseveranza e l’impegno nel mettere in atto azioni di contenimento costi e, contestualmente, processi di riorganizzazione per perseguire tutte le opportunità di ripartenza sono stati essenziali in questi mesi, per raggiungere un risultato che ritengo positivo. La determinazione di Gefran nell’avanzare i propri piani di sviluppo è rimasta immutata: anche se alcuni investimenti sono stati necessariamente ridimensionati, abbiamo confermato quelli ritenuti fondamentali e nei prossimi mesi verranno rilasciati, con ritardi contenuti rispetto alle date pianificate, nuovi prodotti progettati per incrementare la nostra competitività sul mercato. Ritengo che i tempi per arrivare ad una piena ripresa dell’attività restino incerti, anche in considerazione del fatto che in alcuni paesi rilevanti per il nostro business la pandemia non è ancora sotto controllo. Per questi motivi non mi aspetto nel secondo semestre di quest’anno di raggiungere i risultati dello stesso periodo 2019, confermando dunque per l’esercizio in corso, come già anticipato, ricavi e marginalità inferiori a quelli dell’anno precedente.”

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: