Ftse Mib, volatilita’ ridotta, si spera nei coronabond

di , pubblicato il

Ftse Mib, seduta moderatamente positiva grazie al trainodella borsa Usa. Il Ftse Mib non ha fatto vedere grandi cose giovedi’ rimanendoad oscillare all’interno dell’intervallo gia’ percorso dai prezzi nella sedutaprecedente tra 16582 e 17830. Questo tipo di comportamento, che va sotto ilnome di “inside day”, e tipico delle fasi di incertezza o di attesadi novita’ o dati rilevanti. In questo caso il mercato aspetta novita’ dalvertice Ue, i capi di governo dell’area dovrebbero decidere verso le 19 qualistrumenti adottare per fronteggiare la crisi economica causata dal coronavirus.

L’Italia, tramite il ministro Gualtieri, ha avanzato unarichiesta precisa “di fronte a uno shock simmetrico, per massimizzarel’efficacia di questi interventi e assicurare coesione e convergenza tra ipaesi, essi dovrebbero essere sostenuti da una piena condivisione del rischioanche attraverso l’emissione di strumenti di debito comune”, in praticaquelli che ormai vengono chiamati da tutti “coronabond”.

La borsa per il momento ha sospeso il giudizio e non si e’fatta scoraggiare nemmeno dalla notizia che Moody’s ha deciso di peggiorarel’outlook del sistema bancario italiano (ma e’ intervenuta nella stessadirezione anche per Francia, Spagna, Olanda, Danimarca e Belgio, e ha confermatol’outlook negativo di Germania e Regno Unito), che passa ora a negativo, unadecisione che riflette il “deterioramento del contesto operativo provocatodalla diffusione del coronavirus in Italia e i rischi al ribasso a questoassociati per i profili di credito delle banche italiane”, questononostante le misure aggressive adottate dalla Bce per assicurare ampialiquidita’.

Nell’ultimo bollettino della Bce si legge infatti che labanca fara’ di tutto per sostenere tutti i cittadini dell’area dell’euro inquesto momento di estrema difficolta’ e si assicurera’ che tutti i settoridell’economia possano beneficiare di condizioni di finanziamento favorevoli,che consentano loro di assorbire questo shock.

Il Ftse Mib ha trascorso la seduta, che come detto e’ statacaratterizzata da una volatilita’ moderata, premendo contro il lato alto delcanale crescente disegnato sul grafico intraday dai minimi del 16 marzo. Questatrend line passa a 17360 punti circa, una sua rottura sarebbe un segnaleimportante (anche se dovrebbe poi essere confermata dal superamento del massimodi mercoledi’ a 17830 per essere del tutto convincente) in favore delproseguimento del rialzo.

Obiettivi in quel caso a 18475, 38,2% di ritracciamento delribasso dal top di febbraio (percentuale di Fibonacci) e a 19820 punti. Solodiscese al di sotto di 16580 farebbero temere una flessione verso la base delcanale rialzista citato, passante a 15750 circa. Se i prezzi dovessero scendereal di sotto di quel supporto il canale rischierebbe di dimostrarsi un”flag”, una figura di continuazione della tendenza ribassista vistadai massimi di febbraio che potrebbe riprendere con rinnovata violenza edestendere anche al di sotto dei minimi del 16 marzo a 14153 punti.

(AM – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno

I commenti sono chiusi.