Fisiologica flessione per l’S&P 500

di , pubblicato il

Nuova esitazione per l’S&P500, che scende a quota 3567,79 con un ribasso dell’1,16%. Nelle ultime giornate i prezzi si sono arenati al cospetto dei record a 3646 punti, dimostrando una certa fatica nel voler riattivare il rally verso obiettivi ipotizzati a 3900 circa. Flessioni fino ai primi supporti a 3512 punti risulterebbero fisiologiche dopo la corsa vista nella prima parte del mese e potrebbero essere propedeutiche alla realizzazione di nuovi slanci al rialzo. La violazione in area 3512 del minimo del 10 novembre muterebbe lo scenario di brevissimo termine con i corsi che potrebbero accelerare al ribasso sotto la media mobile esponenziale a 20 sedute, in transito a 3500 circa, per supporti a 3405 punti (lato alto del gap lasciato aperto il 4 novembre). Target successivi a 3370 punti circa e 3540/3550, media mobile esponenziale a 100 giorni e trend line che sale dai minimi di marzo. Solo eventuali discese sotto questo riferimento farebbero temere un avvitamento al ribasso più preoccupante.

(CC )

Argomenti: Nessuno