Falck Renewables fermato da una resistenza di lungo termine

di , pubblicato il

Falck Renewables (-1,13%) prende fiato dopo lo sprint che nelle ultime sedute ha portato i prezzi al di sopra del lato superiore del canale disegnato dai minimi di un anno fa, riferimento a 5,45/5,50. Una stabilizzazione al di sopra di questo riferimento e la rottura dei massimi di inizio ottava a 5,855 euro, pari al 61,8% di retracement del ribasso dai record di maggio 2006, creerebbe le premesse per un’accelerazione al rialzo in direzione dei massimi pluriennali toccati oltre dodici anni fa a 9,17 euro, con target intermedi a 6,80 euro e 7,50 circa. Le ambizioni di crescita verrebbero rinviate solo nel caso di discese sotto 4,50 circa, prologo a cali verso 4,05 circa.

(CC – www.ftaonline.com)

Argomenti:

I commenti sono chiusi.