DiaSorin ha posto la marcatura CE al proprio test Simplexa™ COVID-19 Direct per il suo utilizzo con campioni di saliva

di , pubblicato il

DiaSorin (FTSE MIB: DIA) ha posto la marcatura CE al test SimplexaTM COVID-19 Direct per il suo utilizzo con campioni di saliva. La possibilità di usare campioni salivari garantirà maggiore flessibilità ai laboratori e consentirà di aumentare il numero di test per il COVID-19, ovviando all’attuale carenza mondiale di tamponi utilizzati per prelevare il campione dai pazienti. La raccolta dei campioni di saliva, facile e non invasiva, potrà essere effettuata in semplici contenitori sterili senza la necessità della presenza di operatori ospedalieri esperti o dai pazienti stessi e senza richiedere l’estrazione dell’acido nucleico del virus. La procedura, pertanto, ridurrà in maniera significativa il rischio di esposizione al virus da parte del personale sanitario preposto alla raccolta del campione potenzialmente infetto. “L’estensione dell’utilizzo del nostro test molecolare SimplexaTM COVID-19 Direct con campioni di saliva consentirà a DiaSorin di fornire agli ospedali un valido aiuto nel ridurre l’esposizione del personale sanitario al virus nella fase di raccolta del campione del paziente, ovviando, al tempo stesso, all’attuale carenza di tamponi nel mercato”, ha dichiarato John Gerace, Presidente di DiaSorin Molecular. Il test SimplexaTM COVID-19 Direct è già stato validato su un’ampia gamma di tipologie di campione prelevabili sia nel tratto respiratorio superiore ed inferiore, sia nei polmoni e potrà essere eseguito contestualmente al SimplexaTM Flu A/B e RSV Direct Gen II, consentendo la diagnosi differenziale dell’infezione da SARS-CoV- 2 da quella causata dall’influenza di tipo A o B e dal virus respiratorio sinciziale (RSV) durante la prossima stagione influenzale. L’odierna marcatura CE del test SimplexaTM COVID-19 Direct sui campioni di saliva si aggiunge alla precedente autorizzazione ad uso di emergenza (EUA) rilasciata dalla Food and Drug Administration a marzo 2020 per il suo utilizzo con tamponi nasali, nasofaringei, lavaggi nasali/aspirati e broncoalveolari (BAL).

Carlo Rosa, CEO del Gruppo DiaSorin ha così commentato: “DiaSorin si è nuovamente dimostrata attenta alle esigenze diagnostiche mostrate dagli operatori sanitari, fornendo un’ulteriore soluzione innovativa e di altissima qualità che consentirà ai laboratori di aumentare la propria capacità di elaborazione diagnostica per contrastare la pandemia”.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: