Dax ancora imprigionato nella fase laterale

di , pubblicato il

Dax ancora imprigionato nella fase laterale. L’indice Dax ieri si è mosso nella parte bassa della fase laterale disegnata a partire dal 9 novembre, compresa tra i 13000 e i 13300 punti circa, andando a terminare a 13086 punti. La resistenza da battere per potere dare un seguito al rialzo visto dal minimo del 30 ottobre a 11450 è quella dei 13300 punti. Per il momento la fase laterale disegnata a partire dal top del 9 novembre potrebbe dimostrarsi ancora solo un assestamento dopo il forte rialzo precedente, segnali contrari a questa ipotesi verrebbero con la violazione del 50% di ritracciamento della seduta del 9 novembre, posto a 12980 punti. In quel caso potrebbe avviarsi una correzione estesa di tutto il rialzo che si è disegnato dai minimi di fine ottobre, volta a ricoprire almeno i due gap centrali lasciati dai prezzi durante l’ascesa, quello del 5 novembre con base a 12330 e quello del 9 novembre con base a 12596 punti. Il superamento di area 13300 segnalerebbe invece la ripresa del rialzo con obiettivo sul massimo del 3 settembre a 13460 punti. Oltre quei livelli il target si sposterebbe a 13500, lato alto del gap del 24 febbraio, ultimo ostacolo prima del ritorno sul massimo del 17 febbraio a 13795 punti.

(AM)

Argomenti: Nessuno