Danieli: cerimonia per l’impianto di riduzione diretta ed acciaieria elettrica di OMK (Russia)

di , pubblicato il

Oggi 1° settembre a Mosca alle ore 17 locali, presso il Ministero dell’Industria della Federazione Russa, presenti:

– il Ministro dell’Industria Sig. Denis Manturov

– il Governatore della Regione Russa di Nizny Novgorod, Sig. Gleb Nikitin

– l’Ambasciatore d’Italia a Mosca S.E. Pasquale Terracciano

– per OMK il Presidente Sig. Anatoly Sedykh e Sig. Dmitri Chernyshev (Head of Asset Development and Investment Department)

– il Presidente Danieli Russia Ing. Antonello Colussi ed il Sales Director Danieli Russia, Sig. Sergey Mayorov ed in collegamento dall’Italia in videoconferenza con:

– il Governatore della Regione Dott. Massimiliano Fedriga

– per Danieli l’Ing. Gianpietro Benedetti (Presidente), l’Ing. Giacomo Mareschi Danieli (CEO), il Dott. Alessandro Brussi (CFO), l’Ing. Alessandro Di Giacomo e il dott. Alessandro Martinis, managers della “business unit” degli impianti Riduzione Diretta,

si è firmato un importante contratto che, oltre alla rilevanza dell’investimento di circa 1.500 milioni di Euro (di cui 430 milioni di fornitura Danieli), ha le caratteristiche di essere una pietra miliare per la siderurgia russa e paneuropea.

Si tratta infatti di un impianto per produrre acciaio senza l’utilizzo del carbone, utilizzando un impianto di riduzione diretta che carica il preridotto direttamente a caldo a 600 C° nel forno elettrico al posto dell’altoforno e del convertitore ad ossigeno.

È quindi una milestone rilevante verso la produzione di “green steel” con bassissime emissioni GHG grazie all’assenza di carbone nel ciclo produttivo e con un rilevante risparmio energetico per l’utilizzo del preridotto ad alta temperatura. La tecnologia riduce le emissioni di CO2 del 64%, se paragonata ai blast furnace più moderni ed high-tech di ultima generazione e rappresenta un passo concreto per produrre acciaio con maggior rispetto per l’ambiente.

Per le caratteristiche sopra illustrate, questo impianto è il primo del suo genere non solo in Russia ma anche in Europa. Questo progetto conferma la proattività Danieli nella ricerca di nuove tecnologie ma sottolinea anche lo spirito innovativo della proprietà, management e team della OMK che fin dalla sua fondazione ha avuto il coraggio di optare per una vision caratterizzata da impianti con tecnologie innovative, utilizzandole poi al meglio e con successo.

Da qui la competitività di OMK sia nei costi di produzione che in termini di qualità dei prodotti che ne fanno uno dei leaders di nicchia nel panorama della siderurgia russa.

La collaborazione OMK -Danieli risale al 2004 con un contratto di fornitura per produrre nastri di acciaio di qualità con il processo di thin slab caster, principalmente utilizzato per la fabbricazione di tubi saldati di qualità API per industria del gas, petrolifera e chimica.

L’impianto denominato QSP (Quality Strip Production) non solo ha raggiunto le aspettative di produttività e qualità, ma le ha anche superate.
E va sottolineato che tutt’ora rimane, dopo 16 anni, l’unico impianto al mondo che produce con la thin slab rolling technology API di alta qualità. E con la firma di oggi la storia si ripete, con una OMK tesa ad essere tra i front runners nella produzione competitiva e di qualità tra i produttori russi e non solo, grazie allo spirito innovativo che la contraddistingue.
Per la Danieli, invece, questo è un ulteriore progetto che le consente di onorare il motto: “Danieli, the innovative and reliable partner to be front runner in metal production”.

Danieli & C. Officine Meccaniche S.p.A.

(GD – www.ftaonline.com)

Argomenti: