Crollo a Hong Kong per Smic su rischio ingresso in blacklist

di , pubblicato il

Semiconductor Manufacturing International Corporation (Smic) ha chiuso con un crollo del 22,88% a Hong Kong, dopo che il governo di Washington ha dichiarato di considerare l’inserimento del colosso cinese della produzione di chip conto terzi nella blacklist di cui fa già parte Huawei Technologies. Il possibile ingresso di Smic nella cosiddetta Entity List dello U.S. Deparment of Commerce (DoC, il ministero del Commercio Usa), sarebbe dovuto alla collaborazione della società con l’apparato militare di Pechino, secondo quanto riporta il Wall Street Journal. “Un’azione del genere garantirebbe che tutte le esportazioni verso Smic siano sottoposte a una revisione più completa”, ha dichiarato un portavoce dello U.S. Deparment of Defense (DoD, il ministero della Difesa di Washington). A trarne vantaggio sarebbero i due principali rivali di Smic: Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (Tsmc) e Samsung Electrnics.

(RR – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno