Casta Diva: diventa efficace l’affitto del ramo azienda di Over Seas Srl

di , pubblicato il

Casta Diva Group, PMI innovativa quotata su AIM Italia e attiva a livello internazionale nel settore dei contenuti digitali e dal vivo, facendo seguito a quanto comunicato in data 1 luglio 2020 rende noto che si sono avverate tutte le condizioni sospensive preliminari allo sblocco della data d’efficacia dell’accordo siglato con Over Seas Srl, società del Gruppo HDRÀ, per l’affitto del “Ramo di Azienda Eventi” (RAE) con opzione d’acquisto. Diventa quindi operativo l’accordo triennale che include alcuni contratti con primari clienti italiani e internazionali, per l’ideazione e l’organizzazione di progetti di comunicazione ed eventi. Contratti simili, nel corso del solo anno 2019, hanno prodotto per Over Seas un fatturato di circa nove milioni di euro. “La ripresa delle commesse dei clienti in favore di Over Seas, con progetti di comunicazione e organizzazione di eventi sia in presenza sia digitali, ha consentito l’avverarsi anche dell’ultima condizione sospensiva del contratto” – ha commentato Andrea De Micheli, Presidente e Ad di Casta Diva Group. “Siamo molto soddisfatti anche perché in questo momento particolare crediamo sia utile tenere un atteggiamento prudente, ma ottimista. Il Gruppo conferma con l’affitto del ramo d’azienda di Over Seas la sua solidità e la capacità di aggregare realtà contigue, per continuare a crescere, anche al di là della pausa imposta dal Covid nel 2020”. “Sono felice di questo accordo per l’affitto del Ramo d’Azienda di Over Seas – afferma Mauro Luchetti, Presidente del Gruppo HDRA’- e penso che la collaborazione con Casta Diva Group possa andare anche oltre, nel prossimo futuro”. Il canone d’affitto del RAE sarà calcolato con una percentuale ricompresa fra il 3,5% ed il 5% in relazione al fatturato conseguito e incassato, con un minimo garantito di 120.000 euro annui.

Casta Diva Group ha la possibilità di recedere ad nutum dal contratto entro i primi 18 mesi dalla data odierna. Casta Diva Group potrà esercitare l’opzione di acquisto tra la data odierna e il 30° mese successivo. Il prezzo d’acquisto è definito provvisoriamente in 1,5 milioni di euro se il fatturato conseguito da RAE, tra la data odierna e il 24° mese successivo, risulterà pari o superiore a 15 milioni di euro e si ridurrà proporzionalmente se il fatturato risulterà inferiore ai 15 milioni di euro, con un limite minimo di prezzo comunque non inferiore a 500.000 euro. Da tale prezzo, così calcolato, dovranno essere dedotti i canoni d’affitto già pagati e le eventuali passività emerse, fino all’eventuale azzeramento del prezzo, che non potrà comunque diventare negativo.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: