Borse asiatiche poco mosse questa mattina

di , pubblicato il

Mercati azionari asiatici poco mossi questa mattina, sostenuti dai buoni dati sullo stato di salute del settore manifatturiero cinese, circostanza che ha permesso di limitare gli effetti di eventuali prese di beneficio dopo il recente rialzo.
L’attività manifatturiera di Pechino infatti ha continuato ad espandersi anche in agosto: l’indice Pmi della Cina elaborato da Markit/Caixin è infatti salito a 53,1 punti dai 52,8 punti di luglio (51,2 punti in giugno). Il dato, che si conferma quindi per il quarto mese consecutivo sopra la soglia di 50 punti che separa espansione da contrazione, si confronta con il rialzo limitato a 52,6 punti del consensus di Reuters.
Restando in ambito macroeconomico ma spostandosi verso il Giappone, da segnalare che l’Ufficio Nazionale di Statistica (Japan Statistics Bureau) ha comunicato questa mattina che a luglio il Tasso di Disoccupazione si è attestato al 2,9%, in crescita rispetto al 2,8% del mese precedente ma comunque migliore delle attese pari a +3,0%.
Il numero di persone impiegate a luglio è stato pari 66,55 milioni, 750mila in meno rispetto al mese precedente. I disoccupati sono pari a 1,97 milioni, 400mila in più rispetto allo scorso anno.
L’Indice Markit Jibun Bank PMI manifatturiero finale di agosto, invece, si è attestato a 47,2 punti, in crescita rispetto ai 45,2 del mese precedente. Il dato è risultato migliore delle stime pari a 46,6 punti ed il più elevato da febbraio, a conferma di come le condizioni economiche stiano piano piano tornando alla normalità.
A Tokyo il Nikkei 225 ha chiuso praticamente invariato (-0,01%) mentre il Topics ha ceduto lo 0,23%. Bene i titoli delle società di trading dopo che Warren Buffett ha acquistato tramite Berkshire Hathaway partecipazioni pari al 5% nelle prime 5 società di trading nipponiche, per un importo superiore a 6 miliardi di dollari.


Poco mosse anche Shanghai e Shenzen che si muovono attorno alla parità mentre l’indice China A50 guadagna l’1,8%. Per quanto riguarda le altre principali piazze azionarie asiatiche Seoul ha chiuso con un progresso dell’1,06%, Hong Gong è stabile mentre Singapore arretra dello 0,19%. Segno positivo per Taiwan (+0,89%) e per la borsa indiana (Sensex +0,52%), mentre gli indici australiani hanno chiuso in deciso calo con l’S&P/ASX 200 che ha ceduto l’1,7% circa.

(AC – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno