Borse asiatiche miste. Il Nikkei arretra dell’1,41%

di , pubblicato il

Mercati asiatici contrastati questa mattina dopo il discorso di ieri al simposio annuale della Fed a Jackson Hole, da parte del presidente della Fed Jerome Powell. Powell ha introdotto la nuova politica monetaria statunitense che dovrà favorire il rilancio dell’occupazione, consentendo all’inflazione di salire al di sopra dell’obiettivo del 2% della Fed durante le espansioni economiche, mantenendo al tempo stesso i tassi più bassi più a lungo.
Secondo la nuova politica, la Fed continuerà a puntare a un’inflazione media del 2% nel tempo. Tuttavia, se l’inflazione dovesse superare il target, come è successo nell’ultimo decennio, la Fed accetterà un’inflazione “moderatamente al di sopra del 2% per qualche tempo”. Si tratta di una svolta storica per la Federal Reserve che revisiona l’approccio alla politica dei tassi di interesse per andare in soccorso a un’economia piegata dalla pandemia da Coronavirus.
A Tokyo il Nikkei ha chiuso in ribasso dell’1,41% dopo aver trascorso buona parte della seduta sopra la parità. Poco prima della chiusura del mercato l’emittente nazionale giapponese NHK ha dato l’annuncio che Abe sarebbe pronto a rassegnare le dimissioni per evitare problemi al governo nel caso di un aggravamento delle sue condizioni di salute.
Sul fronte macroeconomico da segnalare, sempre in Giappone, che il Ministero degli Affari Interni ha reso noto questa mattina che l’Inflazione nell’area di Tokyo ha fatto segnare una crescita dello 0,3% ad agosto su base annuale, in calo rispetto al +0,6% di luglio. Il dato Core è apparso in calo dello 0,3% ad agosto dopo essere salito dello 0,4% a luglio. Gli analisti si attendevano un valore in crescita dello 0,3%. Su base mensile lo stesso dato ha fatto segnare un calo dello 0,6%dopo essere salito dello 0,3% nel mese precedente.


Positivi gli indici azionari cinesi in scia ai segnali di ripresa dell’economia. Shanghai guadagna l’1,4%, Shenzen l’1,8% ed il China A50 oltre 2 punti percentuali. Segni positivi anche a Hong Kong (+1,7%) e Seoul (+0,49%) mentre Singapore arretra dello 0,9% circa.

(AC – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno