Borsa Usa: indici negativi, vendite su Microsoft

di , pubblicato il

La Borsa di New York ha aperto la seduta in ribasso, condizionata negativamente dalla trimestrale di Microsoft. Il Dow Jones cede lo 0,8%, l’S&P 500 l’1,4% ed il Nasdaq Composite il 2%.
Tra i titoli in evidenza Microsoft -3,5%. Il colosso di Redmond ha comunicato per il secondo trimestre dell’esercizio 2023 un declino dei profitti netti del 12% annuo a 16,42 miliardi di dollari. L’eps è sceso da 2,48 a 2,20 dollari, contro i 2,29 dollari del consensus di FactSet. Nei tre mesi allo scorso 31 dicembre i ricavi sono cresciuti da 51,73 a 52,75 miliardi, anche in questo caso sotto ai 52,99 miliardi stimati dagli analisti. Per il trimestre in corso Microsoft si attende ricavi compresi tra 50,5 e 51,5 miliardi di dollari, contro i 52,4 miliardi del consensus di FactSet.
AT&T +6%. Il gigante delle telecomunicazioni ha chiuso il quarto trimestre con un utile per azione adjusted superiore alle attese (0,61 dollari contro i 57 centesimi del consensus).
Texas Instruments -2%.

Il gruppo dei semiconduttori ha presentato risultati per il quarto trimestre segnati dal declino dei profitti netti dell’8% annuo a 1,96 miliardi dollari. L’eps si è invece attestato a 2,13 dollari (compresi benefici per 11 centesimi non comunicati in precedenza), contro gli 1,98 dollari del consensus di FactSet. Nei tre mesi il colosso di Dallas ha registrato una flessione dei ricavi del 3% annuo a 4,67 miliardi, contro i 4,61 miliardi attesi. “Come previsto i nostri risultati riflettono una domanda più debole in tutti i mercati finali con l’eccezione dell’automotive”, ha dichiarato il chief executive Rich Templeton. Il gruppo texano ha fornito una guidance prudente, dichiarando di attendersi per il trimestre in corso ricavi compresi tra 4,17 e 4,53 miliardi di dollari, contro i 4,41 miliardi del consensus di FactSet.

News Corporation +8%. Rupert Murdoch ha rinunciato al progetto di fusione tra il gruppo media e Fox.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno