Borsa Usa chiusa per il “Labour Day”

di , pubblicato il

La Borsa di New York è rimasta chiusa lunedì per il “Labour Day”. Venerdì ha chiuso l’ultima seduta della settimana in ribasso, penalizzata ancora dalle prese di beneficio sul comparto tecnologico. Il Dow Jones ha perso lo 0,56%, l’S&P 500 lo 0,81% e il Nasdaq Composite l’1,27%. Tra i altri titoli in evidenza Broadcom +3,08%. Il produttore di semiconduttori per le telecomunicazioni ha comunicato risultati per il terzo trimestre del suo esercizio segnati da profitti netti in declino da 715 milioni, pari a 1,71 dollari per azione, a 614 milioni, e 1,45 dollari. Su base rettificata l’eps è però salito da 5,16 a 5,40 dollari, a fronte di ricavi in progresso da 5,52 a 5,82 miliardi. Il consensus di FactSet era invece per 5,24 dollari e 5,76 miliardi rispettivamente. Broadcom ha fornito una guidance positiva per l’attuale periodo (6,25-6,55 miliardi di ricavi, contro i 6,20 miliardi stimati dagli analisti).Lululemon Athletica -4,36%. Citigroup ha tagliato il rating sul titolo del gruppo dell’abbigliamento sportivo a “neutral” da “buy”.DocuSign -10,64%. L’azienda specializzata in tecnologie per la firma digitale e la gestione digitale delle transazioni ha comunicato risultati relativi al secondo trimestre segnati dal balzo dei ricavi del 45% annuo a 342,2 milioni di dollari, contro i 319,3 milioni del consensus di Bloomberg. L’eps rettificato si è attestato a 17 centesimi, contro gli 8 centesimi stimati dagli analisti. Per l’attuale periodo le vendite sono attese a 362 milioni di dollari, contro i 336 milioni del consensus di Bloomberg. Sul fronte macroeconomico il Dipartimento del Lavoro ha reso noto che nel mese di agosto i nuovi posti di lavoro, nei settori non agricoli, sono aumentati di 1.371 mila unita’ da 1.734 mila unità precedenti (rivisto da +1.763) risultando inferiori alle attese degli analisti fissate su un incremento di 1.400 unità.

Il tasso di disoccupazione si attesta all’8,4%, inferiore alla rilevazione precedente e alle attese, rispettivamente pari al 10,2% e al 9,8%. Cresce dello 0,4% il salario orario medio mensile risultando superiore alla rilevazione di luglio (+0,1%) e alle attese (+0%). Su base annua le retribuzioni crescono al ritmo del 4,7% pari al dato precedente ma superiore alle attese, fissate al 4,5%.Negativo il bilancio dell’ultima ottava; il Dow Jones ha perso l’1,82%, l’S&P 500 il 2,31% e il Nasdaq Composite il 3,27%.

(CC – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno