Bond News: Euromacro

di , pubblicato il

Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

In Germania l’Ufficio Federale di Statistica (Destatis) ha reso noto il dato definitivo relativo all’inflazione di settembre. L’indice dei prezzi al consumo è diminuito dello 0,2% su base mensile e dello 0,2% su base annuale, risultando in linea alle attese e al dato preliminare. Ad agosto l’indice era diminuito dello 0,1% su base mensile. L’indice armonizzato è diminuito dello 0,4% su base annua e dello 0,4% mese su mese, allineato ai risultati provvisori.

Nel Regno Unito l’ONS (Ufficio Nazionale di Statistica) e l’ILO (International Labour Organization) rendono noto che nel trimestre giugno-agosto il tasso di disoccupazione si e’ attestato al 4,5%, in crescita rispetto alla rilevazione precedente e al consensus, fissati rispettivamente al 4,1% e al 4,3%. A settembre il numero di persone che hanno richiesto sussidi di disoccupazione e’ aumentato di 28.000 unita’ (le aspettative erano fissate su un incremento di 78.800 unità).Nel mese di agosto le persone che hanno richiesto sussidi erano aumentate di 73.700 unita’.

Nel Regno Unito l’ONS (Ufficio Nazionale di Statistica) e l’ILO (International Labour Organization) hanno comunicato che nel trimestre giugno-agosto l’Indice di retribuzione media con bonus rimasto invariato risultando superiore alla rilevazione precedente (-1%) e alle attese fissate al -0,6%. Lo stesso indice, calcolato escludendo i bonus, e’ cresciuto dello 0,8% (consensus +0 6%), da +0,2% della rilevazione precedente.

In Germania e’ stato reso noto che l’indice Zew, che misura la fiducia degli investitori istituzionali in merito alle aspettative sull’economia del paese tedesco, è diminuito a ottobre. Il dato si è attestato a +56,1 punti dai +77,4 punti di settembre a fronte di attese degli analisti pari a +73 punti. L’indice ZEW riferito alla fiducia sulle condizione attuali dell’economia del paese tedesco è migliorato a ottobre, attestandosi a 59,5 punti da -66,2 punti di settembre.

L’indice di fiducia relativo alle aspettative sull’economia di Eurolandia e’ sceso a +52,3 punti dai +73,9 punti di settembre.

Aste in Europa:
– Il Tesoro ha collocato BTP con scadenza nel gennaio 2024 (isin IT0005424251) per 3,750 mld di euro. Il rendimento si è attestato al -0,14% in calo di 21 punti base dall’asta di metà settembre e bid to cover pari a 1,40. Sono stati inoltre assegnati 2,250 mld di euro in BTP settembre 2027 (isin IT0005416570). Il rendimento medio si è attestato allo 0,34%, in calo di 41 punti base dall’asta precedente. La domanda ha superato l’offerta di 1,76 volte. Sono stati collocati BTP settembre 2050 per 1,500 mld di euro (isin IT0005398406) contro richieste pari a 2,132 mld. Il rendimento medio è pari a 1,48% con Bid to cover a 1,42.

Diminuiscono i depositi overnight presso la Bce. L’ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 524,313 miliardi di euro, dai 550,570 miliardi della lettura precedente. Fermi a zero i prestiti marginali.

Spread BTP/Bund a 120 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta allo 0,66%.

Titoli di Stato tedeschi poco mossi. Il Bund future di dicembre 2020 sale a 175,03 punti (+0,13%) ed il Bobl future si attesta a 135,44 punti (+0,05%).

(CC – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno