Bond News: Euromacro

di , pubblicato il

Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

In Francia L’Insee ha reso noto che l’Indice dei Salari non agricoli, che misura la variazione del numero di posti di lavoro nel corso in tutte le attivita’ non agricole, e’ diminuito dello 0,9% nel secondo trimestre dopo essere diminuito del 2% nel primo trimestre. Nel complesso le perdite nette di posti di lavoro netti ha raggiunto le 215.200 unità, con un calo cumulativo del 3,6% nel semestre (il più grande calo semestrale registrato in questa serie).

In Germania il surplus della bilancia commerciale a luglio 2020 e si e’ attestato a 19,2 miliardi di euro da 21,3 miliardi di luglio 2019. In termini destagionalizzati, il saldo della bilancia commerciale estera è in avanzo di 18 miliardi di euro dai 14,5 mld rilevati a giugno. L’Ufficio Federale di Statistica (Destatis) ha inoltre riportato che le esportazioni sono diminuite dell’11% rispetto a un anno fa mentre le importazioni sono diminuite dell’11,3% nello stesso periodo. Rispetto a giugno le esportazioni sono cresciute del 4,7% mentre le importazioni sono aumentate dell’1,1%.

Nel mese di luglio in Francia la bilancia commerciale ha segnato un deficit pari a 7 miliardi di euro, inferiore al dato rilevato in precedenza pari a 8,1 mld e risultando pari alle attese.Le esportazioni sono aumentate a 35,5 miliardi di euro da 32,4 mld di euro e le importazioni si sono attestate a 42,5 mld dai 40,5 mld di euro del mese precedente.

In Italia l’Istat rende noto che a luglio 2020 si stima, per le vendite al dettaglio, una diminuzione rispetto a giugno del 2,2% in valore e del 3,1% in volume. In calo sia le vendite dei beni non alimentari (-3,2% in valore e -4,8% in volume), sia quelle dei beni alimentari (-1,0% in valore e -0,8% in volume).

Nel trimestre maggio-luglio 2020, le vendite al dettaglio registrano un aumento del 12,1% in valore e dell’11,5% in volume rispetto al trimestre precedente. A determinare il segno positivo sono le vendite dei beni non alimentari (+27,4% in valore e +26,2% in volume), mentre i beni alimentari diminuiscono (-1,8% in valore e -2,5% in volume).Su base tendenziale, a luglio, si registra una diminuzione delle vendite del 7,2% in valore e del 10,2% in volume, determinata soprattutto dall’andamento dei beni non alimentari (-11,6% in valore e -15,8% in volume); in calo anche le vendite dei beni alimentari (-1,1% in valore e -2,4% in volume).Per quanto riguarda i beni non alimentari, si registrano variazioni tendenziali negative per quasi tutti i gruppi di prodotti, ad eccezione di Utensileria per la casa e ferramenta (+3,2%). Le flessioni più marcate si evidenziano per Abbigliamento, e pellicceria (-27,9%) e Calzature, articoli in cuoio e da viaggio (-17,3%).Rispetto a luglio 2019, il valore delle vendite al dettaglio diminuisce del 3,8% per la grande distribuzione e dell’11,7% per le imprese operanti su piccole superfici. Le vendite al di fuori dei negozi calano del 7,0% mentre il commercio elettronico è in crescita (+11,6%).

Eurostat ha reso noto il dato finale relativo al Pil di Eurolandia nel secondo trimestre 2020, fissandolo su un calo dell’11,8% su base trimestrale, dal -12,1% della lettura preliminare ma in calo dal -3,7% del primo trimestre. Su base annuale il Pil è crollato del 14,7%, risultando però lievemente superiore alle attese (-15%).

Eurostat ha reso noto che nel secondo trimestre del 2020 il numero degli occupati nella Zona Euro diminuisce del 2,9% rispetto al trimestre precedente (consensus -2,8%) dal -0,3% del primo trimestre. Si tratta della maggior contrazione osservata dall’inizio della serie nel 1995. Su base annuale il numero degli occupati è atteso in calo del 3,1% rispetto allo stesso periodo del 2019 dal +0,4% della rilevazione precedente.

Aste in Europa:
– Il Tesoro spagnolo ha collocato 6,346 miliardi di Letras a 6 mesi e 12 mesi. Le Letras a 12 mesi (5,281 miliardi) hanno segnato un rendimento negativo pari allo 0,455%, dal -0,477% dell’asta precedente.

Le Letras a 6 mesi, collocate per un totale di 1,165 miliardi di euro, hanno segnato un rendimento del -0,459%, dal -0,475% registrato nell’asta precedente.

In calo i depositi overnight presso la Bce. L’ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 477,675 miliardi di euro, dai 493,170 miliardi della lettura precedente. Fermi a zero i prestiti marginali.

Spread BTP/Bund a 160 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta all’1,11%.

Titoli di Stato tedeschi in crescita. Il Bund future di dicembre 2020 sale a 174,25 punti (+0,31%) ed il Bobl future si attesta a 135,22 punti (+0,10%).

(CC – www.ftaonline.com)

Argomenti: Nessuno