Be sigla una partnership con U-ANT

di , pubblicato il

Be Shaping the Future, società quotata al segmento STAR di Borsa Italiana, ha formalizzato un accordo di partership commerciale con UANT – start up innovativa voluta dal Professor Andrea Crisanti, virologo di fama internazionale – e il Prof. Vittorio Carlei, docente di Advanced Analytics alla LUISS Guido Carli, per supportare la continuità del lavoro in azienda. La società è specializzata in algoritmi di Artificial Intelligence e di Machine Learning applicati alla microbiologia ed a tematiche epidemiologiche. U-ANT è il risultato di un progetto di ricerca “Sorveglianza rischio Covid-19 impresa” finanziato dalla Fondazione Leonardo Del Vecchio in collaborazione con il Dipartimento di Microbiologia e Virologia dell’Università degli Studi di Padova. U-ANT ha sviluppato una metodologia denominata “ACORP+” rivolta ad aziende large corporate. Attraverso un questionario anamnestico iniziale e successive recall periodiche, si ha l’obiettivo di offrire ad ogni risorsa un indicatore specifico di rischio. Il metodo si fonda sull’incrocio di dati relativi alle condizioni in cui viene svolta la prestazione lavorativa con dati ambientali e di natura epidemiologica. Allo sviluppo della metodologia e all’applicazione dell’algoritmo in contesti produttivi ha collaborato anche il “Polo di Innovazione di Genomica Genetica e Biologia” di Siena. I risultati sinora ottenuti hanno dimostrato un’efficacia nell’individuazione di soggetti positivi rispetto ai tamponi effettuati superiore rispetto alla media nazionale. La metodologià è già adottata in aziende quali Luxottica e Gruppo Kering. Be integrerà l’intera metodologia, in tutte le sue diverse componenti – compresa la richiesta e l’esito delle indagini – all’interno dell’APP Human Mobility realizzando così il più completo portafoglio di servizi corporate a livello europeo per la lotta alla pandemia. “Siamo onorati di collaborare con il Prof Andrea Crisanti – dichiara Stefano Achermann, Amministratore delegato di Be.

La partnership appena sottoscritta con U-ANT avrà come oggetto l’ulteriore implementazione della nostra piattaforma Human Mobility, mediante l’inserimento al suo interno delle funzionalità sviluppate da U-ANT. Questo ci consentirà di creare insieme una value proposition unica e molto potente da presentare sul mercato large corporate”.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: