Banca Sistema: Pronto Pegno acquisisce portafoglio Finpeg da 1.400 clienti

di , pubblicato il

ProntoPegno (Gruppo Banca Sistema), ha concluso l’acquisto del portafoglio Finpeg – storica presenza del credito su pegno a Napoli – acquisendo così 1.400 nuovi clienti. L’operazione è in linea con il trend di crescita di ProntoPegno, che nel 2021 ha raggiunto impieghi pari a 90 milioni (+16% rispetto al 2020) con 55 mila polizze emesse, più di 30.000 clienti in 13 filiali (Milano, Napoli, Torino, Parma, Palermo, Asti, Civitavecchia, Mestre, Rimini, Brescia, Roma, Pisa e Firenze) e un tasso di solo il 2% di beni venduti all’asta. ProntoPegno prosegue la sua crescita anche sul fronte dell’app DigitalPegno che conta 6.500 utenti registrati, 6.000 offerte in asta eseguite digitalmente e 2.200 rinnovi di polizze online (+45% mese su mese). “Siamo soddisfatti di questo ulteriore passo di ProntoPegno nella direzione della crescita, con l’acquisizione del portafoglio Finpeg rafforziamo ulteriormente la nostra presenza a Napoli, città che ha una storia nel credito su pegno. Proseguiamo quindi con il nostro piano di sviluppo, in modo organico e non, mantenendo la spinta alla digitalizzazione che ci contraddistingue” ha commentato Giuseppe Gentile, Direttore Generale di ProntoPegno. “Infatti, il pegno si riconferma un valido strumento di sostegno alla liquidità delle famiglie italiane, anche alla luce della crescente quotazione dell’oro che permette ai clienti, a parità di oggetto dato a collaterale, di ottenere un finanziamento maggiore. In questi cinque di attività le nostre valutazioni oro sono aumentate di oltre il 60% e siamo passati dalle 10 operazioni al giorno con un erogato giornaliero di circa 1.500€ nel 2017 alle migliaia di operazioni quotidiane di oggi, con volumi giornalieri che superano il mezzo milione di euro.” Il Gruppo Banca Sistema opera nel mercato del credito su pegno dal 2017 e tramite la società dedicata e controllata ProntoPegno dal 2019.

In questi cinque anni ha continuato a svilupparsi in modo organico e non acquistando l’intero ramo d’azienda credito su pegno del Gruppo Intesa Sanpaolo, le attività sul pegno di Credit Agricole e di CR Asti nonché portafogli di storici operatori a Roma e a Napoli.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: