Banca Generali: utile netto ricorrente +43% a 53,2 mln nel primo trimestre

di , pubblicato il

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Generali ha approvato i risultati consolidati al 31 marzo 2022.

Banca Generali oltre la volatilità dei mercati: crescita di ricavi e utili ricorrenti in un contesto di solidità ed efficienza operativa
? Utile netto: €68,3 milioni (-50%)
? Utile netto ricorrente : €53,2 milioni (+43%)
? Ricavi totali: €160,8 milioni (-33%)
? Commissioni nette ricorrenti: €120,0 milioni (+15%)
? Costi operativi ‘core’ : €54,2 milioni (+6%)

Prosegue lo sviluppo dimensionale
? Masse totali: €84,0 miliardi (+8%)
? Masse in consulenza evoluta: €7,1 miliardi (+10%)
? Raccolta netta nel trimestre: €1,5 miliardi
? Raccolta netta da inizio anno: €1,9 miliardi

Solidità patrimoniale confermata
? CET1 ratio al 16,2% e TCR ratio al 17,3%
? Dividend pay-out implicito all’84%

L’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Banca Generali, Gian Maria Mossa, ha commentato: “Un avvio d’anno solido che ha visto crescere tutte le voci più rilevanti nelle attività ricorrenti del nostro business, a conferma dell’efficienza e qualità del lavoro. Le masse continuano ad espandersi su base annuale, così come i flussi di raccolta, grazie al grande lavoro dei nostri banker al fianco delle famiglie ogni giorno accompagnandole nelle sfide per la protezione e diversificazione da variabili di rischio come inflazione e forte volatilità dei mercati. In un clima di incertezza, complessità geopolitiche ed economiche, prudenza gestionale ed efficienza operativa sono state le linee guida che non hanno sacrificato lo sviluppo strategico e commerciale. Continuiamo a lavorare sull’ampliamento delle soluzioni a supporto della consulenza investendo sulla rosa d’offerta e sugli strumenti digitali. Le risposte positive che ci arrivano dal mondo dei professionisti e dai tanti nuovi clienti in questa prima parte dell’anno ci rendono fiduciosi nella nostra capacità di continuare a crescere in misura superiore al mercato di riferimento”.

(RV – www.ftaonline.com)

Argomenti: